Menu

L’attività frena (perché si stabilizza)

21/10/2020 - A settembre frena l’attività delle officine di autoriparazione stando al Barometro sul sentiment del settore dell’assistenza auto che viene elaborato dall’Osservatorio Autopromotec sulla base di inchieste mensili condotte su un campione rappresentativo di operatori. La differenza tra la percentuale di autoriparatori che hanno indicato alto il livello di attività e la percentuale che lo hanno, invece, valutato basso, nel nono mese dell’anno, è stata pari a 0. Un valore in netta contrazione rispetto a quelli raggiunti nel periodo estivo: giugno ha fatto segnare un +13 per cento, luglio un +28 e agosto un +14. Da tenere conto che in quei mesi si sono concentrate le attività rinviate a causa del lockdown.

Il sentiment degli autoriparatori secondo l’Osservatorio Autopromotec sarebbe da attribuire non a un calo delle attività ma piuttosto al fisiologico consolidamento della domanda di manutenzioni e riparazioni, stabilizzatasi appunto a settembre dopo mesi molto intensi sul fronte degli ingressi in officina.

E per quanto riguarda i prezzi? Anche questi sono stati analizzati dal Barometro che mette in evidenza come a settembre siano cresciuti gli operatori che li hanno giudicati bassi rispetto a quelli che, all’opposto, li hanno valutati alti. Si conferma, dunque, la tendenza dei mesi precedenti. 

Per quanto riguarda le previsioni per i prossimi mesi, gli autoripararatori appaiono cauti. L’82 per cento degli intervistati prevede una domanda stabile nella propria officina. Tra gli altri gli ottimisti (14 per cento) battono i pessimisti: solo il  4 per cento teme un rallentamento dell’attività. Neanche i prezzi sembrano destinati a grandi scossoni nel prossimo futuro.  Il 94 per cento del campione ritiene rimarranno stabili, un 5 prevede un rialzo e solo un 1 per cento un’ulteriore contrazione.

In primo piano
La ripresa può attendere

29/11/2020 – Secondo quanto rilevato nel corso d’un’indagine dall’Osservatorio Autopromotec su un campione rappresentativo di autofficine italiane, solo il 14 per cento degli autoriparatori prevede di tornare ai livelli pre-Covid

Leggi tutto
Svolta ibrida o elettrica

25/11/2020 – Italiani pronti alla svolta ibrida o elettrica. Ben 9 abitanti della Penisola su 10 si dicono pronti ad acquistare una vettura spinte da un sistema ibrido o un motore elettrico purché il prezzo sia accessibile e non vi siano troppi limiti in termini di autonomia. Cosa li spinge? Il primo motivo è di carattere sociale (‘per non inquinare’),

Leggi tutto
Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019.

Leggi tutto
La mobilità cambia

19/11/2020 – È chiaro che la pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità. Cosa è cambiato? Tra chi ha cercato una risposta c’è anche Deloitte che ha condotto un’indagine a livello europeo.

Leggi tutto