Menu

E ora Daimler teme la scalata

22/03/2020 – L’epidemia di Coronavirus potrebbe fare anche delle vittime eccellenti nel settore automotive. Stante l’ulteriore perdita del 3 per cento archiviata giovedì scorso alla Deutsche Börse, che porta le azioni del gruppo a poco più di 21 euro (metà del valore ante pandemia), Daimler Ag teme ora la scalata da parte del proprio socio in affari cinese, il gruppo Geely.

Proprio per allontanare tale spettro, dopo che Geely era diventato primo azionista di Daimler a febbraio di due anni fa, un po’ come Giulio Cesare col suo ‘dividi et impera’, sul finire del 2018 l’azienda della Stella aveva provveduto a dividere la struttura in tre divisioni autonome, più difficili da attaccare da parte dell’amico-nemico asiatico. Una mossa incassata a denti stretti dai cinesi, che però ora potrebbero ‘vendicare lo sgarro’, grazie al prezzo basso delle azioni. “Il Konzern è in pericolo”  lasciano trapelare alcune voci interne in Germania “e qui a Stoccarda il nervosismo monta”. Staremo a vedere

In primo piano
Il dedalo delle revisioni posticipate

2/08/2020 – Sul fronte delle revisioni auto quello che si profila all’orizzonte è un autunno caldo. Il posticipo al 31 ottobre delle revisioni originariamente da effettuare entro il 31 luglio fa sì che

Leggi tutto
Auto batte tutti

29/07/2020 – Otto italiani su dieci sono pronti a tornare in concessionaria per scegliere la loro auto. Lo rivela la nuova survey mensile ‘Come cambiano le abitudini ai tempi del Covid’, condotta a cavallo tra i mesi di giugno e luglio da Areté, azienda leader nella consulenza strategica.

Leggi tutto
La manutenzione va incentivata

27/07/2020 - Tante, troppe le auto anziane ancora in circolazione nella Penisola. Poco meno del 60 per cento del parco, composto oggi da 39,5 milioni di vetture, è di categoria uguale o inferiore a Euro 4 e ha quindi almeno 11 anni di ‘strada’. Oltre l’11 per cento, quindi più di un’auto su due, è addirittura Euro 0 o 1.

Leggi tutto
La crescita dei prezzi auto rallenta

26/07/2020 - Frena la crescita dei prezzi delle auto nuove in Italia. Durante il primo semestre del 2020, il costo delle vetture nuove è salito mediamente del 2,1 per cento rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, ossia lo 0,4 in meno se confrontato all’aumento medio con cui si era chiuso il 2019.

Leggi tutto