Menu

Service Day “Il nuovo futuro del post-vendita”

 

Iniziativa nata da una idea di  AsConAuto-Associazione Consorzi Concessionari Autoveicoli,

festeggia il successo della  seconda edizione.

E in chiusura DOC Brescia e Bergamo, celebra i primi 20 anni al Brixia Forum a Brescia.

  

Bologna, novembre 2019.  Un progetto associativo originale e orientato alla innovazione, quello di AsConAuto, al quale oggi  23 Consorzi, 935 Concessionari Auto con 1.755 sedi operative con magazzini ricambi, 91 marchi rappresentati, 21.016 autoriparatori dislocati  in 86  Province e 17 Regioni danno il loro quotidiano contributo di professionalità e di affidabilità alla filiera e al cliente finale. E in oltre 18 anni di operatività hanno dato vita a una rete associativa  efficiente  e diffusa in modo capillare per presidiare  il territorio con efficacia nella distribuzione del ricambio originale.

Service Day, una iniziativa  originale  nata da una idea di AsConAuto  e organizzata da Quintegia,  mette a confronto i protagonisti  del settore automotive e  contribuisce a  identificare  e mettere in rilievo  i trend del comparto post-vendita che vale nell’anno un mercato di oltre 30 miliardi di euro.  “Il nuovo futuro del post-vendita” è il focus scelto per la seconda edizione di Service Day, in programma venerdì 8 e sabato 9 novembre e dedicato al business dell’aftersales: un segmento del settore auto in Italia  presidiato  da più di  35.000 professionisti (dati: stima di Quintegia).  

Come sottolinea  durante  Service Day Fabrizio Guidi, presidente dell’Associazione: “Il ricambio originale è per chiunque,  specialmente per il cliente, garanzia di qualità e sicurezza. Il mondo del service delle  quattro ruote  muta rapidamente e gli italiani guardano con interesse crescente  a nuove forme di assistenza,  ispirate alla comodità e alla personalizzazione del servizio. Supportare il futuro del service richiede di operare a favore di una nuova cultura del comparto (ed ecco nascere l’appuntamento dedicato di Service Day) in modo da favorire lo  sviluppo di tutta l’attività del  team, così come l’attività nella ricerca e nell’inserimento di  nuovi talenti all’interno della filiera dedicata all’assistenza post-vendita. Un modo per creare le condizioni idonee  per una rivoluzione nei servizi e nella tecnologia, che è ormai alle prese con veicoli elettrici, connessi e a guida autonoma”.

2 giornate ricche di confronti, dati da ricerche originali, approfondimenti, scambi, dibattiti, casi, best practice  e networking  approfondiscono  durante  Service Day le dinamiche  e le sfide  da affrontare  nel  post-vendita. Il focus vede al centro: ricambio originale, logistica innovativa, iniziative speciali e formazione dedicata in una revisione culturale  nella  quale  si è aperta una nuova era in un mercato che assume un peso   crescente  per la redditività delle aziende del settore automotive. Al Brixia Forum di Brescia  una affollata platea di  oltre 2.700 operatori del settore post-vendita (officine, carrozzerie,  auto-riparatori, reparti post-vendita delle concessionarie, case auto e aziende della filiera) ha condiviso  i lavori, interagendo anche negli  stand  con gli espositori in una intensa attività di aperto confronto e di networking.

Alla chiusura ufficiale dei lavori è seguita una festa per la celebrazione di 20 anni  di attività realizzata dal Consorzio DOC Brescia Bergamo che aderisce dalla fondazione all’Associazione e ne condivide dall’ inizio il progetto  innovativo che ne ha supportato la costante crescita. Oltre 1.700 persone si sono sentite privilegiate protagoniste di un evento festoso e coinvolgente, loro dedicato, in un clima di celebrazione  aperto dal presidente storico del Consorzio Dario Soncina con  una passeggiata nel tempo ispirata  e ricca di aneddoti a raccontare la crescita del Consorzio fino alla struttura attuale di oltre 50 persone, attive nel supporto professionale  alla clientela dell’area  delle province di Brescia e di Bergamo.

Una ricca cena  e un intervento ricco di humour durante lo spettacolo, con molti spunti e note orientate al tema della fidelizzazione  del cliente, proposto da Paolo Cevoli di Zelig  hanno  lasciato una traccia piacevole ulteriore agli invitati), anche in chiave di edutainement: un ricordo speciale  e duraturo  nella relazione di fiducia tra il Consorzio DOC, la sua rete e il proprio mercato.

***

 AsConAuto-Associazione Consorzi Concessionari Auto. Oltre 18 anni di attività.

AsConAuto costituisce una sorta di snodo centrale dei rapporti imprenditoriali tra chi vende automobili e chi si prende cura della vettura nella fase post-vendita, come officine, elettrauto e carrozzieri.   L’Associazione è diventata una protagonista del settore automotive: ormai ne fa parte più del 60 delle concessionarie operative in Italia.

23 Consorzi935 Concessionari Auto con 1.755 sedi operative con magazzini ricambi91 marchi rappresentati21.016 autoriparatori dislocati in 86 Province e 17 Regioni.

Ad oggi sono stati distribuiti ricambi originali per un valore netto che oltrepassa i 5 miliardi di euro: un risultato fuori del comune. Altro dato da rilevare è che la rete incassi, messa a punto e realizzata dall’Associazione, garantisce una soglia d’insolvenza nella riscossione delle fatture prossima allo zero. 

Ogni giorno lavorativo 110 promoter e 322 addetti logistici con furgoni addetti alla logistica della rete associativa percorrono 43.500 chilometri: oltre il giro completo dell’equatore, per garantire affidabilità e puntualità da parte della rete AsConAuto nel presidio capillare del servizio di ricambi originali sul territorio. La rete associativa interviene con una forza qualificata di oltre 500 persone fra logistica e front-office a sostegno del sistema AsConAuto, ormai realtà consolidata e diffusa capillarmente sul territorio: garanzia di affidabilità, competenza e professionalità. 

La formula è originale. E, ogni anno, iniziative nuove e strumenti innovativi sono posti a disposizione della rete associativa per potenziare gli scambi e sostenere opportunità a supporto dello sviluppo economico e della professionalità degli addetti. AsConAuto dal 2009 è associata alla NADA-National Automobile Dealer Association che annovera oltre 14.000 concessionari americani.

 

 

 

 

 

 

 

In primo piano
La ripresa può attendere

29/11/2020 – Secondo quanto rilevato nel corso d’un’indagine dall’Osservatorio Autopromotec su un campione rappresentativo di autofficine italiane, solo il 14 per cento degli autoriparatori prevede di tornare ai livelli pre-Covid

Leggi tutto
Svolta ibrida o elettrica

25/11/2020 – Italiani pronti alla svolta ibrida o elettrica. Ben 9 abitanti della Penisola su 10 si dicono pronti ad acquistare una vettura spinte da un sistema ibrido o un motore elettrico purché il prezzo sia accessibile e non vi siano troppi limiti in termini di autonomia. Cosa li spinge? Il primo motivo è di carattere sociale (‘per non inquinare’),

Leggi tutto
Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019.

Leggi tutto
La mobilità cambia

19/11/2020 – È chiaro che la pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità. Cosa è cambiato? Tra chi ha cercato una risposta c’è anche Deloitte che ha condotto un’indagine a livello europeo.

Leggi tutto