Menu

Service Day: “Il nuovo futuro del post-vendita”

 

2 giornate di lavori a Brescia  8-9 novembre  2019.

 

Andrea de Adamich, grande campione sportivo, protagonista

di una iniziativa speciale di AsConAuto indirizzata alla propria rete

sui corsi  di Guida evoluta presso la Scuola da lui fondata: “Scuderia de Adamich”.  

 

Brescia,  9 novembre 2019. Post-vendita, ricambio originale, logistica innovativa, iniziative speciali e formazione dedicata  al centro delle 2 giornate di lavori a Brescia, presso Brixia Forum, durante Service Day: evento  nato da una idea AsConAuto e organizzato da Quintegia.  “Il nuovo futuro del post-vendita” è la tematica della seconda edizione di Service Day, in programma venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019 iniziativa specializzata rivolta agli operatori dell’aftersales: un segmento del settore automotive italiano presidiato da oltre 37.000 professionisti. In programma nelle 2 giornate di lavori gli argomenti di maggiore interesse per gli operatori che lavorano nella filiera del post-vendita.

In Italia si contano oltre 35mila aziende tra riparatori, carrozzerie e gommisti (stima Quintegia) e in 7 casi su 10 affiliate a network per reperimento di informazioni tecniche, formazione, ricambi e attività di marketing, mentre supera il 70% la quota di mercato delle officine indipendenti sul totale valore del settore specifico.

In base a una rilevazione di ICDP-International Car Distribution Programme, le dimensioni sono piccole: poco più di 3 è la media degli addetti. Oggi, in un mercato globale in profondo mutamento, gli operatori del post-vendita devono  essere in grado di ispirare e dimostrare ai clienti affidabilità, fiducia e vicinanza e, allo stesso tempo, incrementare la propria offerta con servizi innovativi e sempre più digitali, come app con dati live,  meccanico a domicilio, riparatore temporaneo,  servizio rapido o l’automezzo che prenota in autonomia l’intervento, grazie allo sviluppo sempre più pervasivo della telematica all’interno delle vetture. Informazioni aggiornate, scenari, testimonianze, best practice in un programma articolato e ricco di esperienze e confronti, durante le 2 giornate di lavori durante Service Day, illustrano e approfondiscono gli argomenti di maggiore interesse per gli operatori che lavorano nella filiera del post-vendita, dando una opportunità di supporto formativo e di networking del tutto originale e loro dedicata.

Una intervista al campione in un “one to one, Guido Meda Andrea de Adamich” è in programma sabato 9 novembre alle ore 15.00 appunto condotta da parte del giornalista Guido Meda. Attesa una platea composta in prevalenza da operatori del settore post-vendita - officine, carrozzerie, reparti post-vendita delle concessionarie, case auto e aziende della filiera - in ascolto di aneddoti e curiosità che Andrea de Adamich condivide al Service Day sulla sua prolungata e articolata  esperienza da  affermato protagonista del mondo dei motori: un emblema del made in Italy nel mondo per competenza, professionalità e reputazione. E, non ultimo, dal 1991 anno in cui  fonda il Centro Internazionale Guida Sicura  denominato successivamente (su suggerimento di Sergio Marchionne)  “Scuderia de Adamich” attraverso il quale prosegue la sua cinquantennale collaborazione con Alfa Romeo, il campione automobilistico è anche  fonte  di grande ispirazione delle dinamiche  per l’acquisizione di competenze rivolte alla sicurezza della guida.  

Roberto Scarabel, vicepresidente di AsConAuto, conferma proprio come le competenze indirizzate a conoscenze tecniche esperte per la guida sicura siano una linea d’indirizzo  che AsConAuto intende proporre alla propria rete in futuro e, come segnale di apertura di questa linea d’intervento,  affianca Andrea de Adamich  durante la consegna ai 4 ambasciatori della rete: Sara Sabaini della Para Brezza, Gabriele Joannes della Carrozzeria Pedersini, Gianni Rossi dell'autofficina Rossi Gianni e Fabrizio Lorenzoni della Fratelli Lorenzoni.

Nella circostanza Roberto Scarabel  ricorda la volontà dell’Associazione di garantire uno sviluppo dei riparatori indipendenti, grazie a una puntuale  attività di aggiornamento in  allineamento alle rapide mutazioni del mercato e alle nuove,originali esigenze della  clientela. I riparatori indipendenti hanno  un contatto con i clienti della rete associativa in quanto  sono decine di migliaia i riparatori indipendenti. Per il sistema  associativo aiutarne lo sviluppo, fornire  aggiornamenti, approfondimenti, training, formazione ad hoc si manifesta come una opportunità sulla quale sono presenti e in sviluppo varie iniziative innovative, come Service Day.

 

 ***

 AsConAuto-Associazione Consorzi Concessionari Auto. Oltre 18 anni di attività.

AsConAuto costituisce una sorta di snodo centrale dei rapporti imprenditoriali tra chi vende automobili e chi si prende cura della vettura nella fase post-vendita, come officine, elettrauto e carrozzieri.   L’Associazione è diventata una protagonista del settore automotive: ormai ne fa parte più del 60 delle concessionarie operative in Italia.

23 Consorzi935 Concessionari Auto con 1.755 sedi operative con magazzini ricambi91 marchi rappresentati21.016 autoriparatori dislocati in 86 Province e 17 Regioni.

Ad oggi sono stati distribuiti ricambi originali per un valore netto che oltrepassa i 5 miliardi di euro: un risultato fuori del comune. Altro dato da rilevare è che la rete incassi, messa a punto e realizzata dall’Associazione, garantisce una soglia d’insolvenza nella riscossione delle fatture prossima allo zero. 

Ogni giorno lavorativo 110 promoter e 322 addetti logistici con furgoni addetti alla logistica della rete associativa percorrono 43.500 chilometri: oltre il giro completo dell’equatore, per garantire affidabilità e puntualità da parte della rete AsConAuto nel presidio capillare del servizio di ricambi originali sul territorio. La rete associativa interviene con una forza qualificata di oltre 500 persone fra logistica e front-office a sostegno del sistema AsConAuto, ormai realtà consolidata e diffusa capillarmente sul territorio: garanzia di affidabilità, competenza e professionalità. 

La formula è originale. E, ogni anno, iniziative nuove e strumenti innovativi sono posti a disposizione della rete associativa per potenziare gli scambi e sostenere opportunità a supporto dello sviluppo economico e della professionalità degli addetti. AsConAuto dal 2009 è associata alla NADA-National Automobile Dealer Association che annovera oltre 14.000 concessionari americani.

 

In primo piano
La ripresa può attendere

29/11/2020 – Secondo quanto rilevato nel corso d’un’indagine dall’Osservatorio Autopromotec su un campione rappresentativo di autofficine italiane, solo il 14 per cento degli autoriparatori prevede di tornare ai livelli pre-Covid

Leggi tutto
Svolta ibrida o elettrica

25/11/2020 – Italiani pronti alla svolta ibrida o elettrica. Ben 9 abitanti della Penisola su 10 si dicono pronti ad acquistare una vettura spinte da un sistema ibrido o un motore elettrico purché il prezzo sia accessibile e non vi siano troppi limiti in termini di autonomia. Cosa li spinge? Il primo motivo è di carattere sociale (‘per non inquinare’),

Leggi tutto
Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019.

Leggi tutto
La mobilità cambia

19/11/2020 – È chiaro che la pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità. Cosa è cambiato? Tra chi ha cercato una risposta c’è anche Deloitte che ha condotto un’indagine a livello europeo.

Leggi tutto