Menu

AsConAuto attiva un’offerta formativa dedicata agli associati attraverso AsConAuto Academy

AsConAuto attiva un’offerta formativa dedicata agli associati attraverso AsConAuto Academy

AsConAuto Academy è una divisione di AsConAuto che offre percorsi formativi...

Bologna, ottobre 2019. AsConAuto Academy è una divisione di AsConAuto che offre percorsi formativi e un articolato catalogo di corsi, realizzati ad hoc per promuovere e potenziare una nuova cultura all’interno della propria rete a ogni livello di competenze e responsabilità. Obbiettivo primario per la formazione è conoscere i valori del cliente in modo da potere corrispondere alle nuove e diversificate necessità della clientela con conoscenze e comportamenti adeguati, attivando processi di base ottimizzati.

Questa recente iniziativa, messa in opera dall’Associazione per attivare una nuova cultura del lavoro condivisa a ogni livello, intende diffondere la migliore conoscenza del mercato, dei settori e dei reparti operativi così come le metodologie attuate con successo dagli associati nelle aree formative della sicurezza, della consulenza, della gestione e del web marketing”. A sottolinearlo è Dario Campagna, consigliere e membro del Direttivo dell’Associazione.

AsConAuto Academy è coerente con i dettami di una compagine di professionisti che lavorano da oltre 30 anni nel settore automotive, apportando nelle aziende di riferimento con continuità innovazione e soluzioni attuabili. “Se ti formi non ti fermi”: lo slogan che ricorda alla rete la disponibilità offerta attraverso il profilo personale nell’area riservata AsConAuto del sito agli associati in modo possano approfondire aree tematiche e argomenti trattati in ogni corso del catalogo, conoscerne il costo e verificare una eventuale pianificazione già a calendario. Gestione e cura efficaci del cliente sono la chiave di volta per ottenere e mantenere risultati positivi, fidelizzando la clientela, per tutti gli operatori del sistema associativo. Dall’imprenditore titolare al responsabile acquisti, dal direttore generale all’accettatore, dal responsabile risorse umane al capo officina, dal responsabile ricambi al magazziniere, dal responsabile service all’addetto antincendio e a qualsiasi livello di mansione: “ognuno può, attraverso le proposte formative messe a disposizione da AsConAuto Academy, migliorare le proprie conoscenze e potenziare le competenze, sia tecniche sia di relazione, oggi indispensabili per garantirsi credibilità e affermazione della reputazione in un mercato fortemente competitivo e globale”, come rileva Giampiero Luvié, responsabile della formazione dell’Academy.

Uno dei corsi organizzati per la fine del 2019, realizzato sabato 5 ottobre 2019, si è indirizzato a Persone Esperte (PES), Persone Avvertite (PAV) e Persone Idonee (PEI): le quali, nell’ambito della loro attività, eseguono lavori su impianti elettrici fuori tensione, in prossimità o sotto tensione per tensioni fino a 1000V in c.a. e 1500V in c.c. Gli argomenti trattati fanno riferimento ai contenuti previsti dalla Norma CEI 11-27 per i livelli 1A, 2A, 1B e 2B. Il corso ha previsto anche un approfondimento, attraverso schede tecniche, sulle modalità di manutenzione e di messa in sicurezza dei principali veicoli elettrici e ibridi, attualmente in circolazione. Si tratta, infatti, di un corso propedeutico per operare su motori ibridi ed elettrici: i partecipanti potranno accedere a un successivo corso specifico specialistico per la riparazione dei veicoli ibridi ed elettrici.

La qualifica per il personale che effettua lavori con rischio elettrico su veicoli elettrici o ibridi, secondo le norme di riferimento CEI EN 11-27 e, in accordo con gli obblighi sanciti dal D.Lgs. 81/2008 in merito alla sicurezza dei lavoratori, può essere di Persona Esperta (PES), Persona Avvertita (PAV) o Idonea ai lavori sotto tensione (PEI). L’attribuzione di tali qualifiche per lavoratori dipendenti è di esclusiva pertinenza del datore di lavoro, che deve attribuire per iscritto il livello di qualifica del lavoratore sulla base di professionalità, attitudine ed esperienza. Ogni partecipante al corso associativo ottiene un attestato di frequenza a superamento del test finale. Il datore di lavoro, sulla scorta di quanto indicato e sulla base degli altri elementi già in proprio possesso, conferisce il riconoscimento di Persona Esperta (PES) o di Persona Avvertita (PAV), oltre all’attestazione della Idoneità a svolgere lavori sotto tensione su impianti a bassa tensione.

Oltre a quanto predisposto dall’Associazione a catalogo, è possibile attivare anche altri corsi personalizzati o più specifici. I percorsi formativi sono disponibili per tutte le figure e messi a disposizione per chi lavora in concessionaria, in officina, in carrozzeria e spaziano dalla formazione obbligatoria al digital marketing. Sono stati strutturati percorsi formativi specifici per titolare d’azienda, responsabile service, ruoli amministrativi, commerciali e così via in modo da fornire

conoscenze adeguate a operare con successo nel nuovo mercato globale a tutte le figure manageriali, professionali, tecniche e operative. La progettazione ha approfondito i nuovi aspetti e i comportamenti dei clienti così da supportare - attraverso la formazione creata ad hoc - una ottimale varietà di competenze necessarie a ogni figura. Per esempio, nel caso del responsabile service, cioè il responsabile dell'attività che fa percepire al cliente il valore di affidare la propria vettura in mani sicure, un’attenzione particolare è attribuita alla tematica della gestione dei reclami, alla negoziazione avanzata, a quella collegata alla opportunità di vendere più ricambi in officina, così come al processo di gestione dell’usato.

 

***

 

AsConAuto-Associazione Consorzi Concessionari Auto. Oltre 18 anni di attività.

AsConAuto costituisce una sorta di snodo centrale dei rapporti imprenditoriali tra chi vende automobili e chi si prende cura della vettura nella fase post-vendita, come officine, elettrauto e carrozzieri. L’Associazione è diventata una protagonista del settore automotive: ormai ne fa parte più del 60 delle concessionarie operative in Italia.

23 Consorzi, 936 Concessionari Auto con 1.760 sedi operative, 91 marchi rappresentati, 20.928 autoriparatori dislocati in 85 Province e 17 Regioni.

Ad oggi sono stati distribuiti ricambi originali per un valore netto che oltrepassa i 5 miliardi di euro: un risultato fuori del comune. Altro dato da rilevare è che la rete incassi, messa a punto e realizzata dall’Associazione, garantisce una soglia d’insolvenza nella riscossione delle fatture prossima allo zero.

Ogni giorno lavorativo 110 promoter e 324 furgoni addetti alla logistica della rete associativa percorrono 43.500 chilometri: oltre il giro completo dell’equatore, per garantire affidabilità e puntualità da parte della rete AsConAuto nel presidio capillare del servizio di ricambi originali sul territorio. La rete associativa interviene con una forza qualificata di 416 persone fra logistica e front-office a sostegno del sistema AsConAuto, ormai realtà consolidata e diffusa capillarmente sul territorio: garanzia di affidabilità, competenza e professionalità.

La formula è originale. E, ogni anno, iniziative originali e strumenti innovativi sono posti a disposizione della rete associativa per potenziare gli scambi e sostenere opportunità a supporto dello sviluppo economico e della professionalità degli addetti. AsConAuto dal 2009 è associata alla NADA-National Automobile Dealer Association che annovera oltre 14.000 concessionari americani.

In primo piano
La ripresa può attendere

29/11/2020 – Secondo quanto rilevato nel corso d’un’indagine dall’Osservatorio Autopromotec su un campione rappresentativo di autofficine italiane, solo il 14 per cento degli autoriparatori prevede di tornare ai livelli pre-Covid

Leggi tutto
Svolta ibrida o elettrica

25/11/2020 – Italiani pronti alla svolta ibrida o elettrica. Ben 9 abitanti della Penisola su 10 si dicono pronti ad acquistare una vettura spinte da un sistema ibrido o un motore elettrico purché il prezzo sia accessibile e non vi siano troppi limiti in termini di autonomia. Cosa li spinge? Il primo motivo è di carattere sociale (‘per non inquinare’),

Leggi tutto
Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019.

Leggi tutto
La mobilità cambia

19/11/2020 – È chiaro che la pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità. Cosa è cambiato? Tra chi ha cercato una risposta c’è anche Deloitte che ha condotto un’indagine a livello europeo.

Leggi tutto