Menu

Viaggi intelligenti

5/08/2017 - Tempo di grandi esodi verso le località turistiche e di bollini rossi e neri per il traffico. Se oggi dobbiamo cercare le partenze intelligenti (esistono davvero?) domani potremo affidarci alla tecnologia per viaggiare senza stress. Ad anticiparle è stata Kapsch TrafficCom, società specializzata in soluzioni per la gestione del traffico. Spariranno prima di tutto i caselli: al posto delle barriere (costose e ingombranti) ci saranno portali, simili a quelli già usati per i tutor, che dotati di telecamere registreranno il passaggio dei veicoli e grazie a trasmettitori comunicheranno con i dispositivi di bordo addebitando il relativo pedaggio. I guidatori sentiranno solo un semplice bip ma non avranno bisogno di rallentare.

Sistemi a onde radio che comunicano con i portali per il pagamento dei pedaggi potranno inoltre aprire la strada ad ulteriori funzionalità. Come l’invio di informazioni utili sul traffico oppure la segnalazione di incidenti e ostacoli presenti lungo il tragitto.

Questi portali sono già realtà in molti Paesi europei, come Austria, Polonia, Repubblica Ceca e Svizzera. 

Lo stesso tipo di tecnologia è già integrata e lo sarà sempre di più anche per la gestione della mobilità in città. Per esempio, portali più piccoli possono essere installati per misurare la velocità media anche in città, nonché gestire gli accessi alle zone a traffico limitato.

“Anche se molte delle tecnologie sono già disponibili – ha spiegato Paolo Rondo-Brovetto, presidente di Kapsch TrafficCom Italia la normativa in alcuni casi non è ancora aggiornata. Prendiamo l’esempio delle macchine a guida autonoma, sono già realtà, ma in molti paesi non potrebbero nemmeno uscire dal garage. Abbiamo già le tecnologie per migliorare la qualità di vita e la sicurezza sulle strade. Istituzioni e aziende dovrebbero co-operare più strettamente per rendere tutto questo possibile”.

In primo piano
Cellulari alla guida, nessun inasprimento

11/12/2017 - Nessuna stretta legislativa sull'uso dei cellulari alla guida e bocciata anche l’obbligatorietà della presenza di allarmi ‘antiabbandono’ nei seggiolini per bambini da montare in auto. La modifica dell'articolo 173 del Codice della Strada che prevedeva la sospensione immediata della patente fino a tre mesi e un minimo di 322 euro di multa per chi fosse stato pizzicato con il telefonino al volante non ha ottenuto l’approvazione della Commissione Bilancio della Camera.

Leggi tutto
Dieselgate, Codacons contro Cnr

10/12/2017 – La vicenda del Dieselgate Volkswagen assume ora una connotazione italiana alquanto kafkiana. Protagonista un cittadino di Messina, proprietario di un’automobile rientrante nei modelli incriminati che – tramite il Codacons - si è rivolto al tribunale Civile della sua città per chiamare in causa l’azienda tedesca, da cui si ritiene danneggiato.

Leggi tutto
Il mercato vola

5/12/2017 – Positivo il mercato dell’auto in Italia. Il mese di novembre, stando ai numeri diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha totalizzato 156.332 immatricolazioni, il 6,8 per cento in più rispetto allo stesso mese 2016.

Leggi tutto
Piemonte, ibride esentasse

3/12/2017 – S’allunga la lista delle regioni italiane che – nel segno della sostenibilità - concedono ‘facilitazioni’ a chi possiede e utilizza vetture ibride.

Leggi tutto