Menu

Un bel posto dove lavorare

4/09/2020 – Le opinioni di dirigenti, manager ed esperti del mondo aziendale non lasciano dubbi: Ferrero, Ferrari e Barilla sono le aziende con un fatturato superiore a 10 milioni di euro che offrono il miglior ambiente di lavoro in Italia. È quanto emerge dall’indagine elaborata da Ales Market Research, realtà con 20 anni di esperienza nelle ricerche di mercato, cha ha coinvolto 1.346 profili, dallo scorso dicembre a luglio. “La reputazione è un elemento fondamentale, forse il più importante, per il successo di un’azienda sul mercato – ha commentato Tommaso Pronunzio, Partner e CEO di Ales Market Research - ed è per questo che la prima edizione dell’indagine ALES Merco Italia costituisce un contributo importante e inedito offerto alle aziende per comprendere i propri punti di forza e di debolezza, perché elaborato soprattutto grazie al giudizio di direttori d’azienda, manager e addetti ai lavori cioè da persone che conoscono profondamente il mondo delle imprese. Inoltre la metodologia risponde a criteri di indipendenza, perché nessuna azienda può pagare per essere inclusa nel ranking, verificabilità e trasparenza, perché viene pubblicato l’intero ranking così come verificato da KPMG. È  importante sottolineare il ruolo da protagoniste giocato dalle aziende del Made in Italy che hanno occupato quasi completamente le prime dieci posizioni, diviso equamente con le aziende estere la loro presenza numerica nella classifica generale e conquistato il primo posto in diversi settori. E’ un dato che dimostra ancora una volta la vitalità della aziende italiane e fa ben sperare per il futuro del nostro paese.”

Oltre a Ferrari godono di ottima reputazione nel mondo automotive Fca, che chiude la top ten, Ducati al 21esimo posto, Lamborghini al 26esimo, Pirelli al 32esimo, Audi al 51esimo, Brembo al 60esimo, Dallara al 97esimo e Ford, al numero 100.

 

 

In primo piano
Mercato auto, l’Europa arranca

20/09/2020 – Ancora cattive notizie sul fronte europeo occidentale (Ue+Uk+Efta) delle nuove immatricolazioni.

Leggi tutto
Buona la prima (digitale)

17/09/2020 - Si è chiusa la 18° edizione di Automotive Dealer Day, evento dedicato alla filiera della distribuzione auto, la prima in formato digitale. In oltre 3mila si sono dati appuntamento virtualmente per fare il punto sul settore, sulle sfide che lo attendono dopo la pandemia che ha sconvolto lo scenario mondiale e ha accelerato quella digitalizzazione di cui tanto si è dibattuto negli ultimi anni.

Leggi tutto
Dealer Day, pronti alla digital edition

15/09/2020 – Tre, due, uno… si parte. Domattina si alza il sipario sulla 18° edizione di Automotive Dealer Day, unico appuntamento in Europa interamente dedicato al mondo e ai protagonisti della distribuzione auto, la prima in formato digitale a tutela della sicurezza sanitaria. In oltre tre mila hanno già risposto alla chiamata di Quintegia

Leggi tutto
Incentivi auto. Così non va

11/09/2014 - I timori di Unrae sull’efficacia del sistema di incentivi per l’acquisto di nuove auto entrato in vigore con il cd. Decreto-Legge Agosto erano fondati. I 100 milioni destinati ai veicoli rientranti nella fascia emissiva di CO2 91-110 g/Km sono già esauriti. “Il sistema messo in campo dal Governo - ha commentato Michele Crisci, Presidente di Unrae - contiene forti elementi di rigidità

Leggi tutto