Menu

Un affare da 566 miliardi

29/11/2019 – Un mercato in forte crescita quello dell’aftermarket automobilistico a livello mondiale. Lo dice uno studio effettuato da Stern Stewart e Qvartz ripreso dall’Osservatorio Autopromotec. Se il 2018 si è chiuso con un fatturato globale stimato in 398 miliardi di euro nel 2025 toccherà i 566 miliardi, segnando un più 42,2 per cento in sette anni.  

I tassi di crescita superiori si registreranno nei mercati automobilistici emergenti a partire dall’Asia (più 93 per cento nel periodo 2018-2025), che con i suoi 166 ‘peserà’ per un 30 per cento, secondo solo al Nord America. Seguirà l’Europa Orientale (in crescita del 55,2 per cento, a 59 miliardi di euro) e Africa e Medio Oriente (più 40 per cento con 14 miliardi). Il fatturato continuerà a crescere, seppure più lentamente, anche nei mercati maturi, in Nord America (più 28,8 per cento nei sette anni per arrivare a 174 miliardi), in Europa Occidentale (più 20 con 102 miliardi) e in Sud America (più 15,9 a 51 miliardi).

Il mercato dell’aftermarket cambierà anche nei contenuti. Si tratta infatti di un settore in forte evoluzione che deve fare i conti con l’introduzione di nuove tecnologie: connettività, guida autonoma, telematica di bordo, elettrificazione e mobilità condivisa. Siete pronti ad accettare la sfida?

In primo piano
In auto è meglio

27/05/2020 – Come previsto l’emergenza Coronavirus ha dato un nuovo forte impulso alla mobilità privata penalizzando il trasporto pubblico. Emerge da un’analisi dell’Osservatorio Autopromotec su fonte Isfort.

Leggi tutto
Nubi dense sulla Losanga

24/05/2020 – S’annunciano tempi duri per l’ex Régie Renault, da gennaio di quest’anno guidata dall’italiano Luca de Meo.

Leggi tutto
Pulite e disinfettate

20/05/2020 - Quali procedure attuare in officina e quali strumenti utilizzare contro il Covid-19 per tutelare i propri clienti, dipendenti e l’attività e non incorrere in sanzioni? Questo il tema dell’ultimo appuntamento, rigorosamente virtuale, con ‘A testa alta',

Leggi tutto
L’automobile Dyson che non fu

17/05/2020 – Definitivamente pensionata - nell’ottobre scorso - l’idea di un’auto elettrica a batteria, James Dyson, lo Steve Jobs degli aspirapolvere,

Leggi tutto