Menu

Un affare da 504 milioni

26/09/2019 - Nel primo semestre dell’anno gli italiani per la revisione dei loro veicoli presso le officine private autorizzate hanno speso 504,4 milioni di euro, lo 0,3 per cento in più dello stesso periodo 2018. A rendere noto il dato è l’Osservatorio Autopromotec che ha elaborato i numeri del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La crescita della spesa è da imputare essenzialmente all’aumento del numero degli autoveicoli chiamati al check obbligatorio: 7.541.416 contro i 7.519.745 del 2018. Non vi sono state infatti variazioni né per ciò che riguarda la tariffa fissata per le revisioni (ferma dal 2007 a 45 euro) né per gli oneri accessori (Iva, diritti per la Motorizzazione e bollettino postale).

Ricordiamo che la revisione oltre ad essere un controllo obbligatorio previsto dal Codice della Strada (la prima volta a quattro anni dalla prima immatricolazione e poi con cadenza biennale), è uno strumento fondamentale per garantire una manutenzione corretta del parco circolante e per tutelare la sicurezza stradale. Un aspetto da ricordare ai propri clienti.

 

In primo piano
In auto è meglio

27/05/2020 – Come previsto l’emergenza Coronavirus ha dato un nuovo forte impulso alla mobilità privata penalizzando il trasporto pubblico. Emerge da un’analisi dell’Osservatorio Autopromotec su fonte Isfort.

Leggi tutto
Nubi dense sulla Losanga

24/05/2020 – S’annunciano tempi duri per l’ex Régie Renault, da gennaio di quest’anno guidata dall’italiano Luca de Meo.

Leggi tutto
Pulite e disinfettate

20/05/2020 - Quali procedure attuare in officina e quali strumenti utilizzare contro il Covid-19 per tutelare i propri clienti, dipendenti e l’attività e non incorrere in sanzioni? Questo il tema dell’ultimo appuntamento, rigorosamente virtuale, con ‘A testa alta',

Leggi tutto
L’automobile Dyson che non fu

17/05/2020 – Definitivamente pensionata - nell’ottobre scorso - l’idea di un’auto elettrica a batteria, James Dyson, lo Steve Jobs degli aspirapolvere,

Leggi tutto