Menu

Stangata sulle ‘aziendali’

3/11/2019 – Se c’è una cosa che imprese e investitori in genere non amano è l’incertezza. E in questa materia, noi italiani siamo maestri. Perché qualsiasi provvedimento, intrapreso dai nostri continui nuovi governi, è destinato a durare non più di qualche semestre e a essere poi completamente contraddetto da una decisione successiva, solitamente voluta per far ancora cassa. E tra gli obiettivi più amati di questo sport c’è al primo posto l’automobile, da tassare all’infinito con supertasse, superbolli e detrazioni ridotte ormai ai minimi termini.

Adesso la proposta di una nuova e simpatica ‘mazzata’, destinata stavolta alle auto aziendali, a oggi unico comparto del mercato auto capace ancora di dare segni di vita. Allora, perché non punirlo subito? Magari con una ‘patrimoniale’, come quella ipotizzata dal nuovo governo, che porterebbe a un prelievo in busta paga dei dipendenti pari a qualcosa come 300 milioni di euro, mica noccioline. Con la conseguenza d’affossare definitivamente il mercato auto da un lato e lasciare circolare veicoli sempre più vecchi, sommando così al danno la beffa: ridurre le vendite e parallelamente far salire l’inquinamento.

Scamperebbero il provvedimento, che prevede il raddoppio della trattenuta in busta paga per il ‘fringe benefit’ auto, solo le vetture ibride ed elettriche, nel 2018 appena 42mila su un totale di 800mila veicoli aziendali immatricolati.

Le trattative per scongiurare il provvedimento si susseguono febbrili, ma è chiaro che – in un modo o nell’altro – sarà ancora l’automobile, uno degli strumenti professionali più importanti, a pagare per l’incapacità della classe politica.

In primo piano
È il momento delle invernali

16/11/2019 - Dal 15 novembre è tornato in vigore l’obbligo per tutti i veicoli circolanti sul territorio italiano di montare coperture invernali, oppure di avere a bordo le classiche catene qualora si preferisca continuare a viaggiare con pneumatici estivi.

Leggi tutto
Ottima la seconda

13/11/2019 – Grandissimo successo di pubblico per la seconda edizione di Service Day, evento che mette al centro l’universo del post-vendita fortemente voluto da AsConAuto e organizzato in collaborazione con Quintegia. Migliaia di operatori del settore - meccatronici, carrozzieri, magazzinieri, responsabili post-vendita delle concessionarie e della case costruttrici – hanno affollato i padiglioni del Brixia Forum

Leggi tutto
Service Day al via

8/11/2019 - Oggi al Brixia Forum di Brescia si è alzato il sipario sulla seconda edizione di Service Day, l’evento che mette al centro il post vendita e i suoi protagonisti. Ad aprire la kermesse è stato Fabrizio Guidi, presidente di AsConAuto, promotrice dell’evento organizzato in collaborazione con Quintegia.

Leggi tutto
Una per 469

6/11/2019 - Qual è il potenziale delle officine di autoriparazione italiane (carrozzerie, elettrauto, gommisti, meccanici, officine dei concessionari)? A fornire una risposta ci ha pensato l’Osservatorio Autopromotec, basandosi su dati 2018.

Leggi tutto