Menu

Riassetto per Aston Martin

2/02/2020 – Lawrence Stroll, magnate canadese della moda e padre di Lance, pilota di Formula 1, è entrato nel capitale della britannica Aston Martin, proprio poche ore prima della Brexit. Un’iniezione da 500 milioni di sterline, da attuarsi in due tranche e che a versamenti ultimati corrisponderà al 20 per cento del capitale azionario. Completata l’operazione, Stroll verrà anche nominato presidente della Casa di Gaydon.

Il pacchetto di maggioranza resterà tuttavia sempre nella mani del fondo Investindustrial dell’italiano Andrea Bonomi, il quale – stante gli aumenti di capitale – scenderà però dal 33 per cento attuale al 27. Quanto ai kuwaitiani di Adeem Primewagon, passeranno dall’attuale 28 per cento al 23. Tutti questi soldi serviranno a risollevare le sorti dell’azienda, che ha inoltre immediatamente cessato ogni tipo di rapporto con la scuderia Red Bull Formula 1, della quale era title sponsor.

Questo perché il team F1 attualmente posseduto da Stroll e oggi battezzato Racing Point, nel 2021 cambierà nome appunto in Aston Martin. Un’operazione che non sarebbe un semplice cambiamento d’abito, ma preluderebbe a una vera e propria trasformazione del team, in cui – si vocifera – potrebbe confluire perfino Toto Wolff, oggi team principal del team Mercedes-Amg (quello col campione del mondo Lewis Hamilton). Stante l’attuale situazione del mercato automobilistico, Daimler ha avviato infatti una massiccia operazione di riduzione costi e tra le vittime potrebbe esserci pure il team di Formula 1, il quale uscirebbe però del circus a testa alta, avendo vinto tutto quelle che c’era da vincere.

Ma questa è roba da ‘radio box’.

In primo piano
Più tecnologiche, più a rischio

22/02/2020 - Cresce purtroppo il numero delle vetture rubate ogni giorno sulle strade italiane e scende al 39,5 per cento la quota del loro ritrovamento. Nel 2018, dei 105.239 veicoli trafugati ben 63mila sono spariti nel nulla - trasportati all’estero verso Serbia, Albania e Slovenia nonché Africa, estremo oriente e Brasile - o sono stati cannibalizzati per farne dei ricambi a buon mercato.

Leggi tutto
Io penso positivo

19/02/2014 -Gode di buona salute il settore dell’aftermarket in Italia stando ai dati del Barometro Aftermarket, rilevazione statistica di Anfia che fornisce un trend indicativo dell'andamento del mercato dei ricambi automotive, sia a livello consolidato, sia a livello di singole famiglie prodotto.

Leggi tutto
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto