Menu

Più tecnologiche, più a rischio

22/02/2020 - Cresce purtroppo il numero delle vetture rubate ogni giorno sulle strade italiane e scende al 39,5 per cento la quota del loro ritrovamento. Nel 2018, dei 105.239 veicoli trafugati ben 63mila sono spariti nel nulla - trasportati all’estero verso Serbia, Albania e Slovenia nonché Africa, estremo oriente e Brasile - o sono stati cannibalizzati per farne dei ricambi a buon mercato.

Stando a quanto rilavato da Lojack, società specializzata in sistemi antifurto e nel recupero dei veicoli rubati, sempre più spesso i ladri utilizzano dispositivi hi-tech per sottrarre l’auto: il 25 per cento dei furti delle vetture di ultima generazione dotate di avviamento keyless (ossia col transponder da tenere in tasca) viene portato a termine in questo modo, beffando i sistemi di protezione in soli 30 secondi.

Il metodo hi-tech più diffuso sarebbe il ‘relay attack’, ossia l’utilizzo di ripetitori in radiofrequenza per captare il segnale della chiave elettronica in possesso del proprietario e rimbalzarlo a un device nelle mani d’un complice posizionato nelle vicinanze della vettura da sottrarre. A questo stratagemma si affianca poi anche quello la riprogrammazione della chiave elettronica attraverso la presa di diagnostica (Obd) di bordo.

Campania, Lazio, Puglia, Lombardia e Sicilia restano le regioni più a rischio furto. Quanto ai modelli preferiti dai topi d’auto, spiccano sempre comunque le auto più diffuse, come le Fiat Panda, 500 e Punto, seguite dalla Lancia Ypsilon e dalla Volkswagen Golf.

In primo piano
Mercato dell’auto a picco

2/04/2020 - Precipita il mercato dell’auto a marzo. Causa lockdown sull’intero territorio nazionale a partire dallo scorso 11 marzo ci si è fermati a 28.326 unità, l’85 per cento in meno rispetto allo stesso mese dello scorso anno quando si era toccata quota 194.302 immatricolazioni.

Leggi tutto
Pronti a contrastare il cambiamento (climatico)

31/03/2020 - Gli italiani sono pronti a sostenere misure di contrasto ai cambiamenti climatici, anche se questo può impattare sulla loro vita quotidiana. È quanto emerge dalla seconda edizione dell’indagine sul clima promossa dalla Banca europea per gli investimenti e condotta in partenariato con BVA

Leggi tutto
Slittano le revisioni

29/03/2020 - Nell’ambito delle attività di contrasto alla diffusione del Covid- 19 decise dal Consiglio dei Ministri e inserite nel Decreto ‘Cura Italia, c’è una norma specifica che proroga di qualche mese la scadenza delle revisioni auto.

Leggi tutto
Il prezzo di connettività e basso impatto

24/03/2020 - Connettività e guida autonoma, sebbene destino sempre meno interesse a livello globale, piacciono agli italiani che non sono però disposti a pagare di più per usufruirne. Se devono mettere mani al portafoglio lo fanno per acquistare, invece, un’auto a basso impatto ambientale purché vi siano certezze sulle prestazioni e le modalità di ricarica delle batterie.

Leggi tutto