Menu

Nissan Italia prima per ricambi

7/10/2017 – Quello di Nissan Italia a Capena (Roma) sembra proprio essere un centro d’eccellenza dei ricambi auto originali. Visto che, per la sesta volta, il polo logistico giapponese alle porte della Capitale s’aggiudica il primo gradino nella ‘Europe Parts Benchmark’, ricerca redatta dalla società statunitense Carlisle. Ricerca che analizza la produttività nei magazzini ricambi della maggior parte dei costruttori di autoveicoli europei e che per il periodo gennaio-dicembre 2016 ha visto trionfare di nuovo Nissan Italia.

Un successo raggiunto – secondo il management italiano di Nissan - attraverso tre fattori principali: organizzazione del lavoro, struttura dei processi e velocità ‘implementazione, che ‘aggiungono al già consolidato approccio al miglioramento continuo della filiale italiana, riguardante non solo il prodotto ma anche il personale, l’efficienza lavorativa e la motivazione.

Attualmente, il magazzino di Nissan Italia opera in una struttura che copre una superficie di oltre 10mila metri quadrati e si compone di quarantadue effettivi, tra produttivi e colletti bianchi di supporto alle operazioni.

In primo piano
ECall, Italia in testa

14/10/2017 - Dal 31 marzo del prossimo anno, auto e furgoni di nuova omologazione in Europa dovranno essere obbligatoriamente equipaggiati con l’eCall, il sistema che invia automaticamente una chiamata georeferenziata in caso di emergenza o incidente a una centrale, che in tutta Europa risponde al numero 112.

Leggi tutto
A Torino la mobilità del futuro

11/10/2017 - Come ci muoveremo nel futuro? Se ne è parlato alla quinta edizione di Smart Mobility World, l’evento europeo dedicato alla mobilità sostenibile, digitale e integrata in scena al Lingotto Fiere di Torino dal 10 all’11 ottobre.

Leggi tutto
Nissan Italia prima per ricambi

7/10/2017 – Quello di Nissan Italia a Capena (Roma) sembra proprio essere un centro d’eccellenza dei ricambi auto originali.

Leggi tutto
Ritorno al passato

3/10/2017 - Il mercato dell’auto a settembre è tornato ai volumi del 2009. Lo rivelano i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le immatricolazioni hanno sfiorato quota 167.000, più 8,1% rispetto allo stesso mese del 2016.

Leggi tutto