Menu

Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019. Una brusca frenata che, dei trentuno mercati in questione, risparmia solo la Norvegia (a più 23,6 per cento), la Romania (+17,6), l’Islanda (+12) e l’Irlanda (+5,4). Tra i restanti ventisette mercati, il risultato meno negativo è quello fatto segnare dall’Italia, che in ottobre contiene le perdite d’immatricolato in un infinitesimale meno 0,2 per cento, grazie alla coda degli incentivi concessi per l’acquisto di autovetture termiche in regola con le ultime normative antinquinamento (E6d-Temp).

Ciò nonostante, l’Italia viaggia al momento intorno a un meno 30,9 per cento d’immatricolato (primi dieci mesi 2020 confrontati con gli omologhi dello scorso anno), seguita solo dalla Gran Bretagna con una contrazione del 31 per cento e dalla Spagna con il suo 36,8 per cento in meno. La Francia segna al momento un meno 26,9 per cento e la Germania è ‘sotto’ del 23,4.

In tutti i mercati la domanda di automobili nuove è influenzata essenzialmente dai lockdown, che hanno effetti sia sulla mobilità generale delle persone sia sul coté economico, il quale spinge molti automobilisti a rinviare l’acquisto di nuovi veicoli. Anche gli incentivi potrebbero non bastare per arginare l’emorragia del settore. In Italia, ad esempio, sono già completamente esauriti gli stanziamenti per gli incentivi previsti dal ‘Decreto agosto’ inerente le auto con emissioni da 61 a 110 grammi/chilometro di CO2 e si stanno esaurendo anche quelli per le vetture da 0 a 60 grammi/chilometro. A ciò si aggiunge che la proposta di Legge di bilancio presentata dal Governo al Parlamento per la conversione in legge non prevede nulla per l’auto, un comparto che in Italia vale il 12 per cento del Pil.

In primo piano
La ripresa può attendere

29/11/2020 – Secondo quanto rilevato nel corso d’un’indagine dall’Osservatorio Autopromotec su un campione rappresentativo di autofficine italiane, solo il 14 per cento degli autoriparatori prevede di tornare ai livelli pre-Covid

Leggi tutto
Svolta ibrida o elettrica

25/11/2020 – Italiani pronti alla svolta ibrida o elettrica. Ben 9 abitanti della Penisola su 10 si dicono pronti ad acquistare una vettura spinte da un sistema ibrido o un motore elettrico purché il prezzo sia accessibile e non vi siano troppi limiti in termini di autonomia. Cosa li spinge? Il primo motivo è di carattere sociale (‘per non inquinare’),

Leggi tutto
Mercato, l’Europa frena

22/11/2020 – Ottobre smorza gli entusiasmi settembrini del mercato europeo occidentale (Ue+Efta+Uk) dell’auto nuova. Al più 1,1 per cento di settembre, segue infatti addirittura un meno 7,1 del mese scorso rispetto all’identico periodo del 2019.

Leggi tutto
La mobilità cambia

19/11/2020 – È chiaro che la pandemia ha avuto un forte impatto sulla mobilità. Cosa è cambiato? Tra chi ha cercato una risposta c’è anche Deloitte che ha condotto un’indagine a livello europeo.

Leggi tutto