Menu

Mercato europeo 2019 positivo

19/01/2020 – Il mercato dell’auto nuova nell’area costituita da Unione Europea più Efta (ossia l’European Free Trade Association, comprendente Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera)  chiude il 2019 a quota 15.805.752 veicoli immatricolati, facendo registrare una crescita dell’1,2 per cento, dovuta a incrementi in venti dei trentuno mercati dell’area. Un livello ancora sotto quello ante crisi e che ha beneficiato – così come in Italia – di uno sprint finale del 21,4 per cento nel mese di dicembre, nel 2019 con un giorno lavorativo in più.

Quasi tre quarti delle immatricolazioni dell’area Ue+Efta vengono – nell’ordine - dai mercati di Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Spagna. Il mercato tedesco chiude con una crescita del 5 per cento nell’intero anno, con immatricolazioni a quota 3.607.258 pezzi, ossia il miglior risultato degli ultimi venti anni dopo quello del 2009. Secondo posto per il Regno Unito, che però accusa il terzo calo annuale consecutivo, stavolta pari al 2,4 per cento e dovuto sia alla demonizzazione del diesel sia alle incertezze per la Brexit. Crescono, laggiù, le auto elettriche, anche se in valori assoluti il numero è modesto, come in tutti gli altri mercati europei, Norvegia esclusa.

Terzo posto per il mercato transalpino, in positivo dell’1,9 ma anch’esso penalizzato dalla guerra al diesel.

Il quarto mercato dei cinque grandi, l’Italia, nell’intero anno ha superato soltanto dello 0,3 per cento il 2018, mentre la Spagna, quinta in classifica per volume di nuovo immatricolato, arriva al 31 dicembre 2019 con una contrazione del 4,8 per cento, dovuta a una grande contrazione della domanda privata.

In primo piano
Più tecnologiche, più a rischio

22/02/2020 - Cresce purtroppo il numero delle vetture rubate ogni giorno sulle strade italiane e scende al 39,5 per cento la quota del loro ritrovamento. Nel 2018, dei 105.239 veicoli trafugati ben 63mila sono spariti nel nulla - trasportati all’estero verso Serbia, Albania e Slovenia nonché Africa, estremo oriente e Brasile - o sono stati cannibalizzati per farne dei ricambi a buon mercato.

Leggi tutto
Io penso positivo

19/02/2014 -Gode di buona salute il settore dell’aftermarket in Italia stando ai dati del Barometro Aftermarket, rilevazione statistica di Anfia che fornisce un trend indicativo dell'andamento del mercato dei ricambi automotive, sia a livello consolidato, sia a livello di singole famiglie prodotto.

Leggi tutto
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto