Menu

Mercato auto ancora giù

6/12/2018 - Flette anche a novembre il mercato dell’auto in Italia. Le immatricolazioni si sono fermate a 146.991 unità facendo registrare un meno 6,3% su novembre 2017. Nei primi 11 mesi dell’anno si è arrivati a quota 1.785.722, meno 3,5% su gennaio-novembre di un anno fa. Lo rivela Unrae che stima di archiviare il 2018 con 1.910.000 vetture immatricolate. A pesare sull’andamento della domanda sono state da una parte l’introduzione delle nuove norme di omologazione WLTP (Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure utilizzate per determinare il consumo di carburante e le emissioni di scarico dei veicoli), dall’altra la criminalizzazione del diesel da parte di molte amministrazioni locali. Nel solo mese di novembre le vetture a gasolio hanno dovuto fare i conti con un meno 25,6%.

 “Con la stagione autunnale, in assenza di altri provvedimenti più strategici, – ha sottolineato Michele Crisci, Presidente di Unrae - è tornata di moda la programmazione delle domeniche ecologiche. L’Unrae ribadisce il proprio disappunto per un provvedimento che se avesse come finalità primaria l’impatto ambientale in ambito urbano, non interverrebbe con provvedimenti volti a bloccare i diesel di ultima generazione e ciò è dimostrato dall’andamento della CO2 nelle principali città del nostro Paese che da un anno all’altro ha visto incrementi progressivi”.

  Cresciute, di contro, le immatricolazioni di vetture a benzina (più 5,8% negli 11 mesi, al 34,8% di rappresentatività), le ibride (più 31,2% con un 4,5% di share), quelle a metano (più 20,4% con una quota del 2%), il gpl  (6,5% nel cumulato) e le elettriche (+154,5% in gennaio-novembre ma ancora a quota 0,3%).

 Nei primi 11 mesi dell’anno Fiat si conferma leader di mercato con una quota intorno al 17,0 per cento (tre punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo 2017),  in piazza d’onore Volkswagen con un 8,5 per cento e sul terzo gradino del podio Ford con un 6,8.

Segno meno anche per il mercato delle autovetture usate: a novembre ha registrato una flessione del 3,6% con 374.356 passaggi di proprietà al lordo delle minivolture. Gli 11 mesi archiviano una flessione allineata a quella del mercato del nuovo, pari a -3,1% con 4.088.999 trasferimenti.

In primo piano
Contraffatti, scoperti e distrutti

17/04/2019 - Pochi anni fa i ricambi Originali Hyundai e Kia, marchi del Gruppo Hyundai Motor, erano poco contraffatti sia perché il numero di vetture vendute in Europa era ancora poco interessante per i falsificatori, sia perché il gruppo coreano sviluppava internamente ogni componente, evitando di diffondere disegni tecnici e dettagliati delle singole parti.

Leggi tutto
Il mega dealer è servito

13/04/2019 – Si vociferava da tempo che qualcosa tra i dealer più strutturati del Norditalia dovesse succedere.

Leggi tutto
Svecchiamo il parco

9/04/2019 - “Gli incentivi fino a 6.000 euro per l'acquisto di auto che costano 50.000 euro non servono a chi oggi guida e si può permettere solo una Punto del 1997”. Così Gianluca Pellegrini, direttore di “Quattroruote, ha aperto gli Stati Generali della Mobilità, organizzati da Federmotorizzazione nella sede milanese di Confcommercio.

Leggi tutto
Prezzi auto: nuove su usate giù

6/04/2019 – Da un’analisi degli indici Istat sui prezzi al consumo, emerge come nel quadriennio 2015-2018 i prezzi delle auto nuove siano cresciuti del 3,4 per cento, mentre quelli delle usate siano addirittura scesi del 6,3.

Leggi tutto