Menu

Le dritte anti furto

31/07/2019 - Dopo 5 anni con il segno negativo è tornato a crescere il numero di furti di auto in Italia. Secondo i primi dati elaborati dal Ministero dell’Interno, nel 2018 sono stati sottratti ai legittimi proprietari 105.239 autoveicoli, il 5,2 per cento in più rispetto al 2017, quando ci si era fermati a 99.987. Sempre meno anche quelle ritrovare, pari al 40 per cento. Di oltre 64.000 vetture si è persa ogni traccia.

Alle tecniche più tradizionali di furto già da qualche anno si sono affiancate modalità hi-tech che coinvolgono dispositivi di ultima generazione. Per forzare un’auto e metterla in moto possono bastare meno di 60 secondi.

LoJack, tra i leader nel rilevamento e recupero di auto rubate, ha stilato un decalogo di consigli pratici e utili indicazioni per limitare al massimo il rischio furto.

  1. Non lasciare l’auto accesa e con le chiavi inserite, nemmeno per pochi secondi.
  2. Prima di lasciare l’auto chiudere i finestrini e l'eventuale tettuccio.
  3. Non lasciare l’auto di notte in parcheggi isolati o incustoditi
  4. Anche se non usa quotidianamente l’auto, verificare ogni giorno che sia parcheggiata nel punto in cui è stata lasciata. Denunciare con tempestività l’eventuale furto accresce la possibilità di ritrovarla.
  5. Osserva con attenzione il luogo in cui si parcheggia: se a terra ci sono cumuli di frammenti di vetro, è sinonimo di zona a rischio furto o vandalismo.
  6. Non parcheggiare sempre nello stesso posto, le abitudini danno modo al ladro di organizzare al meglio il furto.
  7. Attenzione alle truffe. Sempre più spesso i ladri utilizzano un escamotage come un finto incidente per costringere i guidatori a fermarsi, e poi procedere con il furto.
  8. Quando si è in autogrill o nei parcheggi dl centri commerciali e si chiude la vettura a distanza tramite una smart key, è bene controllare sempre manualmente l'avvenuta chiusura delle portiere.
  9. Proteggere l'auto con un sistema di antifurto meccanico o, meglio, hi-tech.
  10. Proteggere la chiave della vettura custodendola in un “card protector” che ne impedisca la clonazione o che blocchi la sempre più diffusa modalità di furto hi-tech “relay attack”, con la quale i ladri, utilizzando ripetitori in radiofrequenza, riescono a riprodurre la comunicazione tra l’auto e la sua chiave, anche quando questa è distante.

 

 

In primo piano
Il flop dei pick-up premium

17/08/2019 - Tra i costruttori, qualcuno credeva d’inaugurare un nuovo filone capace di contrastare il calo generale delle vendite, così come successe coi Suv, alla fine diventati leader del mercato automobilistico.

Leggi tutto
Ibride in forse per Gm e Vw

14/08/2019 – Molto più che ‘rumors’ quelli provenienti dagli Usa, dove ormai si fanno insistenti le notizie su una possibile rinuncia alla produzione di veicoli ibridi da parte sia della locale General Motors sia della tedesca Volkswagen.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

7/08/20189 - Meno incidenti (172.344, -1,5 per cento), meno morti (3.325, -1,6 per cento), e meno feriti (242.621, -1,7 per cento) sulle strade italiane nel 2018. Lo rivela il Rapporto Aci-Istat sull’incidentalità stradale. Non è però tutto oro quello che luccica.

Leggi tutto
Il mercato auto non inverte la rotta

4/08/2019 – Un luglio sostanzialmente stabile per il mercato auto in Italia: il settimo mese dell’anno si è, infatti, chiuso con 152.800 immatricolazioni. Rimane negativo il cumulato dei primi 7 mesi, con 1.235.698 che indicano una flessione di circa il 3,1 per cento sull’anno precedente.

Leggi tutto