Menu

La diagnostica auto, un big business

23/09/2018 – Un settore in crescita ben oltre le aspettative. È quello dei sistemi diagnostici per autoveicoli, che entro il 2025 arriverà a fatturare – nel mondo – quasi 53 miliardi di dollari, ossia una crescita del 41 per cento rispetto agli incassi odierni. L’incremento più importante nel periodo 2018-2025 è atteso però nella regione dell’Asia e del Pacifico, con il +40 per cento dei ricavi totali, seguita dal +30 del Nord America, dal +25 dell’Europa e da un più 5 per cento del resto del mondo.

Secondo uno studio statunitense, ripreso dall’Osservatorio Autopromotec, il mercato delle tecnologie per la diagnostica automobilistica è cresciuto moltissimo negli ultimi anni e questa tendenza continuerà. I motivi alla base di ciò vanno ricercati nell’evoluzione dell’elettronica e dell’informatica che - insieme al boom della connettività - hanno permesso di sviluppare strumenti sempre più sofisticati in grado di connettersi ai componenti dei veicoli, così da individuare difetti o malfunzionamenti degli stessi in tempo reale.

Gli altri fattori che guideranno la crescita di tale mercato sono l’applicazione di norme sempre più stringenti in materia di sicurezza stradale ed emissioni, nonché l’aumento consistente della domanda globale delle officine di autoriparazione. Per le quali si aprirà un nuovo scenario, quello cioè della telediagnosi tecnica continua dei veicoli nelle mani dei propri clienti, che saranno direttamente avvisati dal proprio autoriparatore quando è il caso di passare in officina.

Riuscire a tenere il passo coi progressi nel campo dell’elettronica, della connettività e dell’analisi dei big data diventa pertanto una priorità per gli autoriparatori che vogliono continuare a rimanere competitivi sul mercato.

In primo piano
Il pieno si fa di E

16/10/2018 - Il 12 ottobre è entrata in vigore in tutta Europa la nuova classificazione dei carburanti liquidi e gassosi decisa dal Comitato Europeo di Normazione. Le nuove etichette sono presenti nelle stazioni di servizio, sia sul distributore di carburante che sulla pistola erogatrice e, nei veicoli immatricolati a partire da questa data, in prossimità del tappo o dello sportello del serbatoio nonché sul manuale d'uso e manutenzione.

Leggi tutto
Service Day s’avvicina

14/10/2018 - Poco più d’un mese e s’alzerà il sipario sul quello che è il primo evento italiano dedicato alla filiera non solo degli autoriparatori, ma anche di tutti coloro che si occupano della cura e manutenzione dell'auto.

Leggi tutto
Revisioni, un bell’affare

12/10/2018 - Nel primo semestre del 2018 gli italiani per far revisionare le loro auto presso le officine autorizzate private hanno speso oltre 1,464 miliardi di euro, l’1,1 per cento in più dello stesso periodo 2017. A diffondere il dato è stato l’Osservatorio Autopromotec.

Leggi tutto
Il ‘blocco’ dei diesel secondo Boiani

7/10/2018 – In un interessante articolo pubblicato qualche giorno dal quotidiano milanese Il Giornale, Giorgio Boiani, vicepresidente di AsConAuto, fa alcune considerazioni sul blocco degli Euro 3 diesel (in Emilia Romagna perfino degli Euro 4 privi di Fap) andato in vigore lo scorso 1° ottobre in buona parte del Norditalia.

Leggi tutto