Menu

L’auto soffre

3/04/2019 - Ancora segno negativo per il mercato dell’auto in Italia. Stando ai numeri diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti marzo si è fermato a quota 193.662 unità, il 9,6 per cento in meno dello stesso mese di un anno fa. Il primo trimestre si chiude quindi con 537.289 immatricolazioni e una preoccupante flessione del 6,5 per cento. “La mancanza del Decreto attuativo e la predisposizione della piattaforma, necessari alla richiesta dell’Ecobonus – ha sottolineato Michele Crisci, Presidente di Unrae – stanno disorientando i consumatori e penalizzando l’operatività delle aziende. In prospettiva lo scenario del mercato non può che peggiorare, considerato che gli effetti sulle vendite dell’Ecotassa non sono ancora oggettivamente rilevabili: tra le fasce penalizzate dal malus, infatti, quella da 161 a 175 g/km di CO2 ad esempio nel mese di marzo ha visto un incremento delle immatricolazioni, trattandosi, però, di auto ordinate prima del 1° marzo e, quindi, esenti dal pagamento della tassa”.

I privati rappresentano il 54,4 per cento del mercato e crescono del 4,4 per cento nel trimestre. Pesante flessione, invece, per il settore del noleggio che chiude marzo a meno 15,5 per cento e si ferma al 25 per cento di quota. Le società, infine, contribuiscono al risultato finale con un 16,0 per cento circa.

Interessante anche l’analisi della composizione del mercato per alimentazione. Il diesel è in caduta libera: le auto diesel flettono nel trimestre del 26,1 per cento, scendendo al 43,9 per cento di quota. Guadagna rappresentatività la benzina che archivia il periodo gennaio-marzo al 42,9 per cento (10 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo 2018). Le ibride rappresentano il 5,3 per cento del mercato e le elettriche solo lo 0,3 per cento.

Infine, i trasferimenti di proprietà. In marzo hanno segnato una flessione dell’8,3 per cento con 380.227 passaggi, al lordo delle minivolture. Complessivamente nel primo trimestre i trasferimenti sono stati 1.121.098, il 5,4 per cento in meno dello stesso periodo dello scorso anno.

In primo piano
Contraffatti, scoperti e distrutti

17/04/2019 - Pochi anni fa i ricambi Originali Hyundai e Kia, marchi del Gruppo Hyundai Motor, erano poco contraffatti sia perché il numero di vetture vendute in Europa era ancora poco interessante per i falsificatori, sia perché il gruppo coreano sviluppava internamente ogni componente, evitando di diffondere disegni tecnici e dettagliati delle singole parti.

Leggi tutto
Il mega dealer è servito

13/04/2019 – Si vociferava da tempo che qualcosa tra i dealer più strutturati del Norditalia dovesse succedere.

Leggi tutto
Svecchiamo il parco

9/04/2019 - “Gli incentivi fino a 6.000 euro per l'acquisto di auto che costano 50.000 euro non servono a chi oggi guida e si può permettere solo una Punto del 1997”. Così Gianluca Pellegrini, direttore di “Quattroruote, ha aperto gli Stati Generali della Mobilità, organizzati da Federmotorizzazione nella sede milanese di Confcommercio.

Leggi tutto
Prezzi auto: nuove su usate giù

6/04/2019 – Da un’analisi degli indici Istat sui prezzi al consumo, emerge come nel quadriennio 2015-2018 i prezzi delle auto nuove siano cresciuti del 3,4 per cento, mentre quelli delle usate siano addirittura scesi del 6,3.

Leggi tutto