Menu

Italia ultima nel recupero veicoli

9/02/2019 – Ebbene sì, siamo fanalino di coda anche sul fronte dei rottami. Secondo i numeri di Eurostat, aggiornati però al lontano 2016, il Bel Paese riciclerebbe in maniera ecocompatibile solo l’82,6 per cento delle parti che compongono un autoveicolo a fine vita.

Al primo posto c’è la solita Germania, con un tasso di recupero complessivo pari al 98 per cento, mentre il secondo va alla Francia con un tasso di riciclo del 94,8 per cento. Terza la Spagna, che recupera il 93,4 per cento delle auto dismesse, e quarta si classifica la Gran Bretagna col 92,2 per cento.

Insomma del milione di tonnellate di rifiuti - tra rottami, vetri, plastiche e batterie – generato dalle vecchie auto, noi italiani non riusciamo a recuperare quel 95 per cento del peso d’ogni veicolo imposto sin dal 2015 dallaDirettiva europea 2000/53/CE e così composto: 85 per cento da riciclare e 10 da sfruttare per il recupero d’energia. Proprio su quest’ultimo fronte è dove siamo più carenti, visto che non andiamo oltre un misero 0,1 per cento.

In primo piano
Contraffatti, scoperti e distrutti

17/04/2019 - Pochi anni fa i ricambi Originali Hyundai e Kia, marchi del Gruppo Hyundai Motor, erano poco contraffatti sia perché il numero di vetture vendute in Europa era ancora poco interessante per i falsificatori, sia perché il gruppo coreano sviluppava internamente ogni componente, evitando di diffondere disegni tecnici e dettagliati delle singole parti.

Leggi tutto
Il mega dealer è servito

13/04/2019 – Si vociferava da tempo che qualcosa tra i dealer più strutturati del Norditalia dovesse succedere.

Leggi tutto
Svecchiamo il parco

9/04/2019 - “Gli incentivi fino a 6.000 euro per l'acquisto di auto che costano 50.000 euro non servono a chi oggi guida e si può permettere solo una Punto del 1997”. Così Gianluca Pellegrini, direttore di “Quattroruote, ha aperto gli Stati Generali della Mobilità, organizzati da Federmotorizzazione nella sede milanese di Confcommercio.

Leggi tutto
Prezzi auto: nuove su usate giù

6/04/2019 – Da un’analisi degli indici Istat sui prezzi al consumo, emerge come nel quadriennio 2015-2018 i prezzi delle auto nuove siano cresciuti del 3,4 per cento, mentre quelli delle usate siano addirittura scesi del 6,3.

Leggi tutto