Menu

Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa:  Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Nessuno ha raggiunto lo stato di 'Leader', per l’incapacità di "soddisfare le aspettative dei clienti di oggi alla ricerca di esperienze personalizzate o a fornire gli strumenti giusti per aiutare gli acquirenti a prendere decisioni". Il sito di Audi Germany, comunque, si è aggiudicato il primo posto della classifica per funzionalità e uso.

"Questa analisi – ha commentato Brendan Miller, analista di Forrester - indica i punti in cui le case automobilistiche primeggiano - e dove invece sono in ritardo -, e che cosa i professionisti del business digitale e dell'esperienza del cliente devono fare per alimentare una maggiore crescita del web". 

I siti web europei sono più promettenti rispetto a quelli statunitensi nelle aree relative al trasferimento ai concessionari e alla localizzazione dei punti vendita, ma mancano ancora di funzionalità che ne favoriscano l'uso e la fedeltà dei consumatori. Un sito dovrebbe spiegare le auto e ciò che il marchio rappresenta, offrire informazioni utili per un eventuale acquisto, e trasferire il cliente a un concessionario per completare l'acquisto. Invece, troppo spesso non sono all'altezza delle aspettative su tutti e tre i fronti, costringendo gli acquirenti ad andare altrove per ottenere informazioni e paragoni approfonditi.

 

 

In primo piano
Meno CO2 nell’aria

14/11/2018 - Auto sempre più amiche dell’ambiente. Dal 2008 al 2017, il livello medio delle emissioni di CO2 per vetture di nuova immatricolazione in Italia si è ridotto costantemente passando da 144,3 a 112,4 grammi di CO2 per km nel 2017.

Leggi tutto
Il ‘ritorno’ di Opel

11/11/2018 – A un anno dal varo del piano strategico ‘Pace’, ideato per salvare dal baratro il marchio, Opel – ormai parte del gruppo francese Psa – sembra essere sulla strada giusta.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

8/11/2018 – Sono le strade urbane quelle che fanno da scenario alla maggior parte degli incidenti che avvengono in Italia, ben il 70 per cento. È solo uno dei numeri contenuti in ‘Localizzazione degli incidenti stradali 2017’, lo studio, realizzato da Aci che analizza i 36.560 incidenti (1.228 mortali), 1.359 decessi e 58.967 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del Belpaese.

Leggi tutto
Ottobre negativo per il mercato auto

4/11/2018 – Ennesima battuta d’arresto per il mercato nazionale dell’auto. Ottobre chiude infatti con un saldo negativo del 7,4 per cento (comunque meglio di settembre) stando ai dati comunicati dall’Anfia, che registra vendite per 146.655 unità.

Leggi tutto