Menu

Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa:  Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Nessuno ha raggiunto lo stato di 'Leader', per l’incapacità di "soddisfare le aspettative dei clienti di oggi alla ricerca di esperienze personalizzate o a fornire gli strumenti giusti per aiutare gli acquirenti a prendere decisioni". Il sito di Audi Germany, comunque, si è aggiudicato il primo posto della classifica per funzionalità e uso.

"Questa analisi – ha commentato Brendan Miller, analista di Forrester - indica i punti in cui le case automobilistiche primeggiano - e dove invece sono in ritardo -, e che cosa i professionisti del business digitale e dell'esperienza del cliente devono fare per alimentare una maggiore crescita del web". 

I siti web europei sono più promettenti rispetto a quelli statunitensi nelle aree relative al trasferimento ai concessionari e alla localizzazione dei punti vendita, ma mancano ancora di funzionalità che ne favoriscano l'uso e la fedeltà dei consumatori. Un sito dovrebbe spiegare le auto e ciò che il marchio rappresenta, offrire informazioni utili per un eventuale acquisto, e trasferire il cliente a un concessionario per completare l'acquisto. Invece, troppo spesso non sono all'altezza delle aspettative su tutti e tre i fronti, costringendo gli acquirenti ad andare altrove per ottenere informazioni e paragoni approfonditi.

 

 

In primo piano
Torino addio

13/07/2019 – Dopo cinque edizioni al Parco Valentino, l’esposizione torinese open air dedicata alle automobili trasloca.

Leggi tutto
Elettriche arriviamo…

10/07/2019 - Tutti le vogliono ma, per il momento, pochissime le comprano. Le auto elettriche rappresentano ancora una nicchia. Nei primi cinque mesi dell’anno su quasi 1 milione di auto nuove immatricolate in Italia solo poco più di 3.500 sono 100 per cento elettriche e circa 48.000 ibride. Cosa frena la loro diffusione?

Leggi tutto
Equip Auto ci riprova

7/07/2019 - Dopo anni di stanca, Equip Auto, la fiera francese dedicata agli autoriparatori che era diventata ormai più d’interesse locale, prosegue nel suo progetto di rilancio iniziato con la scorsa edizione, coinciso con la saggia decisione di portare la sede dell’evento dentro la città di Parigi, nello storico quartiere fieristico di Porte de Versailles (quello del Mondial de l’Automobile per intenderci).

Leggi tutto
Guidi confermato presidente

4/07/2019 - Fabrizio Guidi, numero uno del consorzio Doc Toli, è stato confermato per la terza volta alla presidenza di AsConAuto in occasione delle elezioni che si sono svolte lo scorso 2 luglio. Riconfermato alla vicepresidenza nazionale anche Giorgio Boiani, presidente del consorzio Doc Lecco. Non mancano però le novità.

Leggi tutto