Menu

Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa:  Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Nessuno ha raggiunto lo stato di 'Leader', per l’incapacità di "soddisfare le aspettative dei clienti di oggi alla ricerca di esperienze personalizzate o a fornire gli strumenti giusti per aiutare gli acquirenti a prendere decisioni". Il sito di Audi Germany, comunque, si è aggiudicato il primo posto della classifica per funzionalità e uso.

"Questa analisi – ha commentato Brendan Miller, analista di Forrester - indica i punti in cui le case automobilistiche primeggiano - e dove invece sono in ritardo -, e che cosa i professionisti del business digitale e dell'esperienza del cliente devono fare per alimentare una maggiore crescita del web". 

I siti web europei sono più promettenti rispetto a quelli statunitensi nelle aree relative al trasferimento ai concessionari e alla localizzazione dei punti vendita, ma mancano ancora di funzionalità che ne favoriscano l'uso e la fedeltà dei consumatori. Un sito dovrebbe spiegare le auto e ciò che il marchio rappresenta, offrire informazioni utili per un eventuale acquisto, e trasferire il cliente a un concessionario per completare l'acquisto. Invece, troppo spesso non sono all'altezza delle aspettative su tutti e tre i fronti, costringendo gli acquirenti ad andare altrove per ottenere informazioni e paragoni approfonditi.

 

 

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto