Menu

Il mercato 2019 chiude in pareggio

6/01/2020 – Grazie a un colpo di reni finale, il mercato italiano dell’auto riesce a chiudere sui livelli del 2018. Addirittura, mette a segno una crescita dello 0,3 per cento, che è nulla di per sé, ma che è significativo se si considera che fino a qualche mese fa aleggiavano spettri di un 2019 da profondo rosso. E invece, grazie alla crescita del 12,5 per cento registrata nel solo mese di dicembre (dove le ‘chilometri zero’ hanno il loro indubbio peso), si chiude l’annata con 1.916.320 vetture immatricolate.

Un anno, questo 2019 appena chiusosi, partito malissimo, condizionato com’è stato dal Bonus-Malus entrato in vigore il 1° marzo e che non sembra però aver dato slancio alle vetture elettrificate (a batteria e ibride plug-in), cresciute sì del 68 per cento tra gennaio e novembre, ma con un immatricolato finale però inferiore a quello del 2018. Sempre sul fronte Ecobonus, le risorse disponibili per il 2020 ammontano a 70 milioni di euro, cui s’aggiungono i 15,5 avanzati nel 2019, un gruzzolo che le Case costruttrici faranno di tutto per accaparrarsi.

In primo piano
In auto è meglio

27/05/2020 – Come previsto l’emergenza Coronavirus ha dato un nuovo forte impulso alla mobilità privata penalizzando il trasporto pubblico. Emerge da un’analisi dell’Osservatorio Autopromotec su fonte Isfort.

Leggi tutto
Nubi dense sulla Losanga

24/05/2020 – S’annunciano tempi duri per l’ex Régie Renault, da gennaio di quest’anno guidata dall’italiano Luca de Meo.

Leggi tutto
Pulite e disinfettate

20/05/2020 - Quali procedure attuare in officina e quali strumenti utilizzare contro il Covid-19 per tutelare i propri clienti, dipendenti e l’attività e non incorrere in sanzioni? Questo il tema dell’ultimo appuntamento, rigorosamente virtuale, con ‘A testa alta',

Leggi tutto
L’automobile Dyson che non fu

17/05/2020 – Definitivamente pensionata - nell’ottobre scorso - l’idea di un’auto elettrica a batteria, James Dyson, lo Steve Jobs degli aspirapolvere,

Leggi tutto