Menu

Il flop dei pick-up premium

17/08/2019 - Tra i costruttori, qualcuno credeva d’inaugurare un nuovo filone capace di contrastare il calo generale delle vendite, così come successe coi Suv, alla fine diventati leader del mercato automobilistico. Ma così non è stato e per i pick-up di taglia media e fascia alta, proposti spesso da marchi blasonati ma non avvezzi al segmento, s’intravede già la fine.

Da questa estate non è infatti più prodotto da Mitsubishi il Fullback etichettato Fiat, mentre sarebbe imminente anche l’addio al mercato della Classe X Mercedes-Benz, dopo che già da qualche mese la sua produzione è stata cessata in Argentina.

Si sa poi che anche l’Amarok Volkswagen non avrà un futuro, almeno così com’è. Perché, grazie al recente accordo con Ford, sarà la casa dell’Ovale Blu, specialista e leader nel mercato del pick-up, a produrre la prossima generazione targata Wolfsburg.

Due i fattori che hanno abortito il decollo di questi camioncini di lusso. Innanzitutto le normative. In buona parte d’Europa, sono considerati mezzi da lavoro e come tali vanno immatricolati, pur essendo salotti viaggianti venduti a 50 mila euro o più. Poi la guerra al diesel ha fatto il resto, fermandone definitivamente le vendite nel Vecchio Continente, unico mercato dove questo tipo di prodotto poteva avere un certo appeal: in Usa si preferiscono i large-size pick-up, nel resto del mondo certamente i mid-size, ma molto, molto più economici.

In primo piano
MiMo, il motor show meneghino

21/09/2019 – Presentato ufficialmente quello che sarà il successore del Salone di Torino, l’evento fino a quest’anno organizzato all’aperto nel Parco Valentino. Sfrattato dal capoluogo piemontese, l’evento si trasferirà dal 18 al 21 giugno del prossimo anno in un altro parco, quello della Villa Reale di Monza, o meglio all’autodromo ivi ubicato.

Leggi tutto
Taxi al volo

17/09/2019 - Da lunedì 16 a Parigi i tassi decollano. Le futuristiche navicelle bianche dalle curve arrotondate in grado di prendere il volo sono, infatti, diventate realtà. Le automobili sono pronte ad andare in soffitta per lasciare il posto a velivoli in grado di dribblare il traffico cittadino?

Leggi tutto
Toyota richiama ancora

15/09/2019 – Sembra essere senza fine l’affaire Toyota-Takata. Sono trascorsi ormai alcuni anni dalla scoperta dei gravi problemi agli airbag prodotti appunto da Takata per numerose case automobilistiche del mondo e, nonostante sia fallito nell’estate del 2017, il fornitore nipponico continua a far parlare – nel male – di sé, probabilmente a causa di ricambi sempre difettosi utilizzati come rimpiazzo su veicoli già richiamati.

Leggi tutto
Chi sale e chi scende

12/09/2019 - Cresce sempre di più il divario tra i prezzi delle auto usate e quelli delle auto nuove. Stando a un’elaborazione degli indici Istat dei prezzi al consumo per l’intera collettività effettuata dall’Osservatorio Autopromotec,

Leggi tutto