Menu

Gli imputati si dichiarano innocenti

29/01/2018 - L’industria automobilistica tedesca torna sul banco degli imputati. Questa volta l’accusa è quella di aver utilizzato scimmie e uomini come cavie per studiare gli effetti del biossido di azoto sulla salute. A sollevare la questione che riguarderebbe Bmw, Mercedes-Benz, Volkswagen e Bosch sono state alcune riviste americane e tedesche. I test si sarebbero svolti nel 2014 in un laboratorio americano e sarebbero stati commissionati dall’Associazione Europea per lo Studio della Salute e dell’Ambiente Trasporti (nota come EUGT), fondata dai quattro colossi automotive nel 2007 proprio per approfondire gli studi sull’impatto dell’inquinamento atmosferico, e sciolta lo scorso anno.

Volkswagen e Daimler hanno preso immediatamente le distanze.

Hans Dieter Poetsch, presidente del Consiglio di sorveglianza di Volkswagen ha fatto sapere che questi esperimenti non sono in alcun modo accettabili e che i vertici si impegneranno affinché vi sia un’indagine completa sulle procedure e chi ha sbagliato possa pagare.

Daimler in un comunicato ufficiale ha scritto “Ci dissociamo espressamente dagli studi e dall'EUGT. Siamo sconvolti dalla natura e dalla portata degli studi e dalla loro attuazione e condanniamo gli esperimenti nel modo più assoluto. L'approccio di EUGT contraddice i nostri valori ed i nostri principi etici. Anche se Daimler non ha avuto influenza sulla progettazione dello studio, abbiamo avviato un'indagine approfondita sulla questione.”

Deve, invece, ancora pronunciarsi Bmw.

In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto