Menu

Daimler per i diritti umani

6/05/2018 – Il Gruppo Daimler ha deciso d’intensificare le proprie attività mirate al rispetto dei diritti umani, così da compiere un ulteriore e importante passo avanti a favore di una mobilità sostenibile, comprendente pure l’approvvigionamento responsabile delle materie prime.

Si tratta del Human Rights Respect System, nuovo programma del konzern tedesco mirante a prevenire e combattere tempestivamente, nonché con la massima efficacia, eventuali violazioni appunto dei diritti umani nel mondo, controllando attentamente l’operato di fornitori e – soprattutto – subfornitori, spesso poco tracciabili.

A tal scopo, nelle località dove operano i principali fornitori sono stati predisposti degli ‘audit team’ capaci perfino di arrivare all’inizio della catena di fornitura, fino ad esempio alle miniere dove si estraggono minerali utili alla produzione di batterie, alluminio o acciaio.

Tra i compiti di questa task force anche il controllo del lavoro minorile, assolutamente combattuto dalla multinazionale teutonica.

In primo piano
Meno CO2 nell’aria

14/11/2018 - Auto sempre più amiche dell’ambiente. Dal 2008 al 2017, il livello medio delle emissioni di CO2 per vetture di nuova immatricolazione in Italia si è ridotto costantemente passando da 144,3 a 112,4 grammi di CO2 per km nel 2017.

Leggi tutto
Il ‘ritorno’ di Opel

11/11/2018 – A un anno dal varo del piano strategico ‘Pace’, ideato per salvare dal baratro il marchio, Opel – ormai parte del gruppo francese Psa – sembra essere sulla strada giusta.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

8/11/2018 – Sono le strade urbane quelle che fanno da scenario alla maggior parte degli incidenti che avvengono in Italia, ben il 70 per cento. È solo uno dei numeri contenuti in ‘Localizzazione degli incidenti stradali 2017’, lo studio, realizzato da Aci che analizza i 36.560 incidenti (1.228 mortali), 1.359 decessi e 58.967 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del Belpaese.

Leggi tutto
Ottobre negativo per il mercato auto

4/11/2018 – Ennesima battuta d’arresto per il mercato nazionale dell’auto. Ottobre chiude infatti con un saldo negativo del 7,4 per cento (comunque meglio di settembre) stando ai dati comunicati dall’Anfia, che registra vendite per 146.655 unità.

Leggi tutto