Menu

Bonus-Malus emissioni: è caos

9/12/2018 – Poche idee ma confuse. Questo è il sunto delle ultime decisioni governative nazionali in tema di tasse automobilistiche, già tra le più alte d’Europa.

In sintesi, si vorrebbe imporre a chi acquista un’auto nuova una seconda tassa d’affiancare alla già famigerata Ipt, dovuta dal cliente in fase d’immatricolazione. Stavolta però si tratterebbe di un’ecotassa, perché direttamente proporzionale ai livelli di CO2 (l’anidride carbonica, ritenuta responsabile dell’effetto serra) emessa dal veicolo.

Un valore che va sempre di pari passo coi consumi di carburante ed è maggiore nei modelli a benzina piuttosto che nei tanto – ingiustamente - vituperati diesel, i cui motori hanno un consumo specifico mediamente del 30 per cento inferiore ai ciclo Otto.

Così verrebbero rivalutati i nuovi diesel Euro 6, anch’essi demonizzati da molte amministrazioni comunali, mentre utilitarie a benzina come la Fiat Panda sarebbero vessate. In più si penalizzerebbero le nuove immatricolazioni, favorendo invece solo l’usato già targato e lasciando de facto circolare vecchie carrette altamente inquinanti. Quanto alle ibride benzina, poi, non sarebbero più così tanto convenienti

Dopo essere passata alla Camera, ora la proposta dovrà affrontare il Senato, dove si spera che venga colpita e affondata.

Per il bene del settore e dei polmoni.

In primo piano
Torino addio

13/07/2019 – Dopo cinque edizioni al Parco Valentino, l’esposizione torinese open air dedicata alle automobili trasloca.

Leggi tutto
Elettriche arriviamo…

10/07/2019 - Tutti le vogliono ma, per il momento, pochissime le comprano. Le auto elettriche rappresentano ancora una nicchia. Nei primi cinque mesi dell’anno su quasi 1 milione di auto nuove immatricolate in Italia solo poco più di 3.500 sono 100 per cento elettriche e circa 48.000 ibride. Cosa frena la loro diffusione?

Leggi tutto
Equip Auto ci riprova

7/07/2019 - Dopo anni di stanca, Equip Auto, la fiera francese dedicata agli autoriparatori che era diventata ormai più d’interesse locale, prosegue nel suo progetto di rilancio iniziato con la scorsa edizione, coinciso con la saggia decisione di portare la sede dell’evento dentro la città di Parigi, nello storico quartiere fieristico di Porte de Versailles (quello del Mondial de l’Automobile per intenderci).

Leggi tutto
Guidi confermato presidente

4/07/2019 - Fabrizio Guidi, numero uno del consorzio Doc Toli, è stato confermato per la terza volta alla presidenza di AsConAuto in occasione delle elezioni che si sono svolte lo scorso 2 luglio. Riconfermato alla vicepresidenza nazionale anche Giorgio Boiani, presidente del consorzio Doc Lecco. Non mancano però le novità.

Leggi tutto