Menu

Additive manufacturing anche per le auto

1/09/2018 – è quasi futuro anteriore, ma comincia a farsi spazio anche nella produzione in serie di componenti automotive metallici, con un grado d’affidabilità altissimo, tanto da essere utilizzato anche nel settore aerospaziale.

Si tratta dell’additive manufacturing, in italiano la ‘fabbricazione additiva’, un processo così detto perché consente di produrre i pezzi delle vetture per addizione – unendo cioè solo le particelle di materia prima necessarie con zero sprechi – anziché per sottrazione – ossia con fusione in stampi o tornendo blocchi grezzi -. In pratica un’evoluzione della stampa 3D, che verrebbe però qui integrata nella produzione di serie e di grossi volumi. Così sulla catena di montaggio, le macchine AM, opportunamente riempite con le materie prime e programmate a dovere, sarebbero in grado di fabbricare i pezzi di volta in volta necessari all’assemblaggio, senza blocchi del ‘flow’ produttivo.

Una strada imboccata da Daimler già nel 2017, attraverso NextGenAm, joint-venture con la connazionale Premium Aerotec (specialista in componenti aerospaziali) e la bavarese Eos (leader nella stampa 3D). Un accordo mirante ora a virare questo tipo di produzione dall’impiego del titanio a quello dell’alluminio, molto più adatto all’industria automobilistica e verso livelli di longevità paragonabili a quelli dei prodotti fabbricati coi metodi tradizionali.

In primo piano
Meno CO2 nell’aria

14/11/2018 - Auto sempre più amiche dell’ambiente. Dal 2008 al 2017, il livello medio delle emissioni di CO2 per vetture di nuova immatricolazione in Italia si è ridotto costantemente passando da 144,3 a 112,4 grammi di CO2 per km nel 2017.

Leggi tutto
Il ‘ritorno’ di Opel

11/11/2018 – A un anno dal varo del piano strategico ‘Pace’, ideato per salvare dal baratro il marchio, Opel – ormai parte del gruppo francese Psa – sembra essere sulla strada giusta.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

8/11/2018 – Sono le strade urbane quelle che fanno da scenario alla maggior parte degli incidenti che avvengono in Italia, ben il 70 per cento. È solo uno dei numeri contenuti in ‘Localizzazione degli incidenti stradali 2017’, lo studio, realizzato da Aci che analizza i 36.560 incidenti (1.228 mortali), 1.359 decessi e 58.967 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del Belpaese.

Leggi tutto
Ottobre negativo per il mercato auto

4/11/2018 – Ennesima battuta d’arresto per il mercato nazionale dell’auto. Ottobre chiude infatti con un saldo negativo del 7,4 per cento (comunque meglio di settembre) stando ai dati comunicati dall’Anfia, che registra vendite per 146.655 unità.

Leggi tutto