Menu

Comunicato stampa 02-2018- "AsConAuto: ”voce fuori dal coro”  "

AsConAuto: ”voce fuori dal coro”  

alla seconda edizione del Forum: “Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry” 

 confermato il successo del sistema innovativo 

 ideato e portato a regime dall’Associazione.   

 

Milano, 1° febbraio 2018. Il vicepresidente di AsConAuto, Giorgio Boianiapprofondisce una tematica  centrale per lo sviluppo  del business  associativo durante la Tavola rotonda  “Industria e logistica a confronto nel concreto”  in programma durante la Sessione istituzionale: “Ripresa 4.0: l’alleanza tra industria e logistica per la crescita durevole dell'economia del Paese" della seconda edizione del Forum: “ Shipping, Forwarding&Logistics meet Industry”. La iniziativa, promossa da The International Propeller Clubs, Alsea e Assologistica,  è dedicata allo  sviluppo del sistema logistico e marittimo nazionale a supporto della crescita competitiva delle principali filiere del Made in Italy.  

 

La logistica e, in particolare, i trasporti costituiscono il servizio di maggior importanza e peso, in termini di efficienza e costi, nel supporto al commercio nazionale e internazionale.  I temi del trasporto, della gestione della supply chain e dell’export sono al centro dei processi di ottimizzazione.  

Un network logistico globale e competitivo impatta positivamente sull’attività economica degli attori che ne sono protagonisti e sui Paesi. E i Paesi che, comel’Italia, vedono nella esportazione un fondamentale motore di crescita, devono focalizzare la propria attenzione sulla efficienza  ed efficacia dei processi logistici. I dati emersi da uno studio della World Bank  evidenziano, infatti, come, a parità di reddito pro-capite, i Paesi con una migliore prestazione logistica sperimentano una maggiore crescita, nella misura dell’1% del PIL e del 2% del commercio. L’adeguamento tecnologico, inoltre, diventa un imperativo per le aziende e le organizzazioni che decidono di garantire una diffusione capillare e di esportare il proprio prodotto-servizio.Il canale distributivo internazionale comporta, oltre alla scelta della modalità di presidio commerciale del mercato (per esempio apertura di filiali oppure accordi con distributori locali), la scelta del  migliore livello di presidio dei processi logistici. 

 

Il vicepresidente di AsConAuto, Giorgio Boiani riguardo la logistica,  che è centrale per lo sviluppo  del business, sottolinea: “Siamo una voce fuori dal coro. Un vero caso di successo. La dimostrazione  che si può partire, seduti intorno a un tavolo meno di una ventina di anni fa, da un problema unico: come distribuire in modo più efficiente i ricambi originali al mercato, come mettersi in rete, come fare sistema per dare risposte alla domanda e trovare le soluzioni. Oggi, sommando i chilometri percorsi dai nostri mezzi, ogni giorno facciamo l’intero giro della terra. Ogni giorno lavorativo, infatti,  i nostri  92 promoter e  i 298 furgoni addetti alla logistica della rete associativa percorrono in chilometri oltre il giro completo dell’equatore, per garantire affidabilità e puntualità da parte della rete AsConAuto nel presidiare in modo  capillare il servizio di ricambi originali sull’intero  territorio italiano. La rete associativa interviene con una forza qualificata di circa 400 persone fra logistica e front-office a sostegno del sistema AsConAuto, ormai realtà consolidata e diffusa capillarmente sul territorio: garanzia di affidabilità, competenza e professionalità.   21 Consorzi, 916 Concessionari con 1.573 sedi operative, 86 marchi rappresentati, 19.516 autoriparatori assicurano la copertura di 75 Provincie e 16 Regioni. La nostra è una realtà che cresce a due cifre +13,9 per centonel 2017 rispetto all’anno precedente e il volume complessivo di affariha  chiuso l’anno a quasi 578milioni di euro netti”. E Boiani osserva: “Prima dell’avvento dei Consorzi Distribuzione Ricambi, ogni dealer provvedeva in maniera autonoma alla consegna dei ricambi riuscendo mediamente a servire non più di 20/30 clienti/giorno. Oggi, nel modello Consorzio, si gestiscono  in media 60/90 clienti/giorno. E, grazie al sistema distributivo messo a punto, abbiamo ottimizzato le strutture delle Concessionarie, togliendo dalle strade più di 1.000 furgoni. Anche in termini di performance abbiamo assistito a incrementi molto importanti di fatturato da parte dei singoli dealer, con relativi abbattimenti di costi altrettanto significativi.La logistica negli anni ha assunto un ruolo sempre più centrale per le imprese, diventando strumento per  costruire e ottimizzare i legami e il coordinamento tra fornitori, clienti e distribuzione. E nel 2009 nasce AsConAuto Logistica: una moderna realtà operativa, unica nel panorama italiano automotive, che raccoglie e valorizza il know how maturato in oltre 20 anni di attività nella gestione, commercializzazione e distribuzione dei Ricambi Originali per auto. AsConAuto Logistica è la cooperativa che ha come soci i Consorzi per la distribuzione dei Ricambi Originali”.  

In primo piano
Sulle orme dei grandi

17/02/2018 – Una ‘singolar tenzone’ all’ultimo bullone. È questo ciò che attende i concorrenti dello Scania Top Team Mini, sfida locale che s’ispira alla nota competizione internazionale per meccanici del Grifone e che si terrà martedì 20 febbraio nella sede italiana della Casa svedese.

Leggi tutto
Costi per l’assistenza in crescita

14/02/2018 - Nel 2017 i prezzi pagati per l’assistenza degli autoveicoli in Italia sono aumentati mediamente dell’1,0 per cento rispetto al 2016. La notizia è stata diffusa dall’Osservatorio Autopromotec che ha analizzato le rilevazioni mensili dell’Istat sui prezzi al consumo.

Leggi tutto
Bentley cerca nuove leve

10/02/2018 – Al via anche quest’anno la campagna Bentley (gruppo Volkswagen) per l’assunzione di nuovi giovani talenti in tutto il mondo.

Leggi tutto
Obiettivo centrato con tre anni di anticipo

5/02/2017 - I veicoli elettrici non decollano in Italia ma in altre parti del mondo le cose sembrano andare decisamente meglio tanto che un costruttore come Toyota che ha puntato sulle zero emission, ha raggiunto il suo target 2020 con ben tre anni di anticipo.

Leggi tutto