Menu

Cosa Facciamo

Dal 2001 a oggi, i Consorzi AsConAuto hanno distribuito Ricambi Originali per quasi 5 miliardi di euro.

L’attività prevalente dei Consorzi AsConAuto è lo sviluppo delle vendite dei Ricambi Originali da parte delle concessionarie associate verso gli autoriparatori del network.

La costante ricerca di miglioramento ha portato AsConAuto a essere un vero e proprio punto di riferimento sia nazionale che internazionale per il modello di business ancora oggi unico nel suo genere.

L’erogazione di Servizi è centrale nell’attività di AsConAuto: dalla promozione delle campagne ricambi

alla stipula di accordi e convenzioni con imprese leader di mercato, dalla consulenza e formazione verso i

magazzini delle concessionarie alle attività di formazione sulla Rete.

Il tutto supportato da attività di comunicazione e informazione costanti e capillari.

Fatturati Netti iva esclusa
2001: € 60.685.580,95
2010: € 288.164.505,07
2017: € 577.268.787,28
Gran Totale: € 4.380.092.935,86
In primo piano
Come si cambia

18/09/2018 - Più lunghe, più larghe e sempre più straniere. I gusti degli italiani in fatto di automobili in 50 anni sono cambiati parecchio, come del resto l’offerta stessa che è cresciuta in modo esponenziale per arrivare a contare oggi 501 modelli contro gli 89 del 1968.

Leggi tutto
Maggiolino addio. Per sempre

15/09/2018 – Stavolta sarà veramente per sempre, almeno di ripensamenti in chiave elettrica dell’ultima ora. Ma, al momento, la decisione è questa: il 19 luglio del prossimo anno, dallo stabilimento Volkswagen di Puebla (Messico), l’unico rimasto a produrre la mitica vettura tedesca, uscirà l’ultimo Maggiolino.

Leggi tutto
Il Wltp dà un boost al mercato

8/09/2018 – Obbligatorio da questo 1° settembre e chiamato a sostituire l’attuale ciclo Nedc, il Worldwide harmonized Light-Duty vehicles Test Procedure (Wltp) è il nuovo metodo mondiale di controllo standardizzato per il rilevamento di consumi ed emissioni relativamente ad auto e furgoni.

Leggi tutto
Il web non passa l'esame

4/09/2018 – Nella ‘web era’ i siti internet delle case costruttrici non passano l’esame. È quanto emerge da un’analisi condotta da Forrester, azienda di ricerca e consulenza con presenza globale, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento 11 dei principali marchi automobilistici in Europa: Audi, Bmw, Citroën, Ford, Mercedes-Benz, Nissan, Peugeot, Renault, Toyota, Vauxhall e Volkswagen, selezionati in base ai loro elevati volumi di vendita sia nel mercato di massa che nelle categorie di lusso.

Leggi tutto