Menu

Cosa Facciamo

Dal 2001 a oggi, i Consorzi AsConAuto hanno distribuito Ricambi Originali per quasi 5 miliardi di euro.

L’attività prevalente dei Consorzi AsConAuto è lo sviluppo delle vendite dei Ricambi Originali da parte delle concessionarie associate verso gli autoriparatori del network.

La costante ricerca di miglioramento ha portato AsConAuto a essere un vero e proprio punto di riferimento sia nazionale che internazionale per il modello di business ancora oggi unico nel suo genere.

L’erogazione di Servizi è centrale nell’attività di AsConAuto: dalla promozione delle campagne ricambi

alla stipula di accordi e convenzioni con imprese leader di mercato, dalla consulenza e formazione verso i

magazzini delle concessionarie alle attività di formazione sulla Rete.

Il tutto supportato da attività di comunicazione e informazione costanti e capillari.

Fatturati Netti iva esclusa
2001: € 60.685.580,95
2010: € 288.164.505,07
2017: € 577.268.787,28
Gran Totale: € 4.380.092.935,86
In primo piano
Meno CO2 nell’aria

14/11/2018 - Auto sempre più amiche dell’ambiente. Dal 2008 al 2017, il livello medio delle emissioni di CO2 per vetture di nuova immatricolazione in Italia si è ridotto costantemente passando da 144,3 a 112,4 grammi di CO2 per km nel 2017.

Leggi tutto
Il ‘ritorno’ di Opel

11/11/2018 – A un anno dal varo del piano strategico ‘Pace’, ideato per salvare dal baratro il marchio, Opel – ormai parte del gruppo francese Psa – sembra essere sulla strada giusta.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

8/11/2018 – Sono le strade urbane quelle che fanno da scenario alla maggior parte degli incidenti che avvengono in Italia, ben il 70 per cento. È solo uno dei numeri contenuti in ‘Localizzazione degli incidenti stradali 2017’, lo studio, realizzato da Aci che analizza i 36.560 incidenti (1.228 mortali), 1.359 decessi e 58.967 feriti, avvenuti su circa 55.000 chilometri di strade del Belpaese.

Leggi tutto
Ottobre negativo per il mercato auto

4/11/2018 – Ennesima battuta d’arresto per il mercato nazionale dell’auto. Ottobre chiude infatti con un saldo negativo del 7,4 per cento (comunque meglio di settembre) stando ai dati comunicati dall’Anfia, che registra vendite per 146.655 unità.

Leggi tutto