Menu

Chi Siamo

In oltre 20 anni di attività i Consorzi AsConAuto hanno incrementato in maniera esponenziale la penetrazione ricambi nella vendita esterna. Solo con Ricambi Originali!

AsConAuto (Associazione Consorzi Concessionari Auto) nasce il 7 settembre 2001 con lo scopo di unire le forze dei singoli consorzi di concessionari con un obiettivo comune: incrementare la vendita dei Ricambi Originali e abbattere i costi fissi di distribuzione.

Ogni consorzio rappresenta una parte del cuore di AsConAuto, salvaguardando l’identità locale e offrendo al singolo Concessionario un supporto concreto per soddisfare il maggior numero di autoriparatori sul proprio territorio.

Asconauto - Chi Siamo

23 Consorzi
922 Concessionari, 93 Marchi Rappresentati
1.754 Sedi Operative
21.315 Autoriparatori
Copertura di 88 Provincie e 17 Regioni
In primo piano
Più tecnologiche, più a rischio

22/02/2020 - Cresce purtroppo il numero delle vetture rubate ogni giorno sulle strade italiane e scende al 39,5 per cento la quota del loro ritrovamento. Nel 2018, dei 105.239 veicoli trafugati ben 63mila sono spariti nel nulla - trasportati all’estero verso Serbia, Albania e Slovenia nonché Africa, estremo oriente e Brasile - o sono stati cannibalizzati per farne dei ricambi a buon mercato.

Leggi tutto
Io penso positivo

19/02/2014 -Gode di buona salute il settore dell’aftermarket in Italia stando ai dati del Barometro Aftermarket, rilevazione statistica di Anfia che fornisce un trend indicativo dell'andamento del mercato dei ricambi automotive, sia a livello consolidato, sia a livello di singole famiglie prodotto.

Leggi tutto
Consumi di carburanti in calo

16/02/2020 – Sono 58 i miliardi di euro spesi in Italia nel 2019 da automobilisti e imprese per l’acquisto di carburanti per autotrazione.

Leggi tutto
Scattanti per il bonus

14/02/2014 - Trenta euro di bonus per l’acquisto dei dispositivi antiabbandono ma solo per i più veloci. Lo Stato italiano, infatti, per questa operazione ha stanziato 15,1 milioni di euro per il 2019 e 5 milioni per il 2020, sufficienti a soddisfare 670 mila richieste,

Leggi tutto