Menu

Comunicato stampa 03-2017 - "AsConAuto conferma il successo del progetto con l’attiva partecipazione alla piattaforma progettuale di #FORUMAutoMotive".

AsConAuto conferma il successo del progetto con l’attiva partecipazione

alla piattaforma progettuale di #FORUMAutoMotive.

Milano, 29 marzo 2017.#FORUMAutoMotive prosegue nell’attività a difesa dei valori della mobilità a motore e dell’indotto del comparto automotive,  promuove periodici eventi informativi  e iniziative di confronto tra i principali attori della filiera e il mondo politico.

Particolare attenzione  è riservata ai progressi dei costruttori sulla guida autonoma e su quella assistita (o predittiva)  e al capitolo ambiente. La Ue, infatti,  durante il 2017 dovrebbe emettere la bozza sulla nuova stretta alle emissioni di CO2 a partire dal 2020, anche per i veicoli industriali con peso superiore alle 3,5 tonnellate. Nelle due ruote, il debutto della Vespa elettrica potrebbe dare un forte avvio nel mercato nella direzione di queste motorizzazioni.

Molte e complesse sono le tematiche con le quali il settore automotive deve confrontarsi e appare oggi  indispensabile che gli addetti ai lavori, attraverso i loro raggruppamenti, forniscano  al mondo politico priorità e supporti informativi finalizzati alla comprensione delle nuove dinamiche che intervengono nel mercato, domestico e globale, così da indirizzare al meglio l’agenda degli interventi a sostegno dello sviluppo del comparto.


Giorgio Boiani, vicepresidente AsConAuto, intervenuto alla Tavola rotonda: “Lavorare insieme per il futuro  dell'automotive in Italia: si può e si deve. A #FORUMAutoMotive la Filiera incontra la Politica (quella che nell’automotive ancora ci crede” rileva: "Vista la presenza di tutta la filiera al cospetto di tutta la politica, penso sia giunto il momento per noi di individuare progetti prioritari, analizzarli e proporre soluzioni che fino ad ora la politica non è riuscita a dare".

Il vicepresidente di AsConAuto fa parte del Comitato ristretto dei rappresentanti della Filiera, designato per  produrre un documento di indirizzo da presentare ai rappresentanti del governo, con la benedizione dei politici che hanno accettato il confronto sui problemi aperti: Daniele Capezzone (Commissione Finanze della Camera), Alessandro Cattaneo (Anci), Nunziante Consiglio (segretario della Decima commissione industria turismo e commercio del Senato), Paolo Gandolfi (Commissione trasporti della Camera), Vincenzo Garofalo (vicepresidente Commissione trasporti della Camera), Claudio Lubatti (delegato Anci Osservatorio TPL).

Ed ecco i partecipanti  per il settore automotive ai  lavori della Tavola rotonda: Simonpaolo Buongiardino (presidente di Federmotorizzazione), Pier Francesco Caliari (direttore generale di Confindustria-Ancma),  Giorgio Boiani (vicepresidente AsConAuto), Corrado Bergagna (presidente di Assoruote), Fabio Bertolotti (direttore di Assogomma), Franco Fenoglio (presidente  di Unrae Veicoli Industriali), Gianandrea Ferrajoli  (coordinatore nazionale di Federauto Trucks), Gianmarco Giorda (direttore di Anfia), Marco Mauri (direttore Innovazione e Sviluppo di ACI Global), Angelo Moreno (presidente dell’Associazione Italiana Idrogeno e Celle a combustibile), Gianfranco Soranna (direttore di Federauto), Pietro Teofilatto  (direttore di Aniasa) e Romano Valente (direttore generale di Unrae).


Anche in questa occasione, AsConAuto ha ribadito il proprio ruolo di  protagonista attivo del mercato con l’obiettivo di dare una sempre maggiore riconoscibilità e rappresentatività al comparto e al suo peso economico.

In primo piano
Il flop dei pick-up premium

17/08/2019 - Tra i costruttori, qualcuno credeva d’inaugurare un nuovo filone capace di contrastare il calo generale delle vendite, così come successe coi Suv, alla fine diventati leader del mercato automobilistico.

Leggi tutto
Ibride in forse per Gm e Vw

14/08/2019 – Molto più che ‘rumors’ quelli provenienti dagli Usa, dove ormai si fanno insistenti le notizie su una possibile rinuncia alla produzione di veicoli ibridi da parte sia della locale General Motors sia della tedesca Volkswagen.

Leggi tutto
Non abbassare la guardia

7/08/20189 - Meno incidenti (172.344, -1,5 per cento), meno morti (3.325, -1,6 per cento), e meno feriti (242.621, -1,7 per cento) sulle strade italiane nel 2018. Lo rivela il Rapporto Aci-Istat sull’incidentalità stradale. Non è però tutto oro quello che luccica.

Leggi tutto
Il mercato auto non inverte la rotta

4/08/2019 – Un luglio sostanzialmente stabile per il mercato auto in Italia: il settimo mese dell’anno si è, infatti, chiuso con 152.800 immatricolazioni. Rimane negativo il cumulato dei primi 7 mesi, con 1.235.698 che indicano una flessione di circa il 3,1 per cento sull’anno precedente.

Leggi tutto